Accordo Microsoft-Apple per avere l’Office su Mac App Store?



Apple, sulla scia del successo, e dei ragguardevoli guadagni ottenuti dallo strapotere dell’App Store, ha inaugurato un market virtuale anche per i suoi computers; fu presentato assieme all’introduzione di Mac OS X Lion, e poi “aperto” ufficialmente lo scorso 6 gennaio: il Mac App Store.

La scelta da Cupertino è maturata innanzitutto dai ricavi che un tale store porterebbe nelle loro casse, ed anche dalla voglia di avere il controllo totale su tutto il software che gira sui Mac. Questo da un lato vuol dire restringere il sistema ad una nicchia di utenti ancor più ristretta (visti i costi dei software, per non parlare del computer in se per se), ma d’altra parte assicura al consumatore programmi che si incastrano alla perfezione con il sistema operativo, e che renderanno tutto il sistema più fluido e stabile.

Evidentemente la scelta è talmente azzeccata, che anche il nemico storico di Apple, aka Microsoft, ha deciso di investire sul Mac App Store, ed in base a ciò che riporta All Things Digital, ci sarebbe l’opportunità di avere il pacchetto Office a disposizione.

L’indiscrezione arriverebbe da una portavoce di Redmond, Amanda Lefebvre, che ha affermato che l’idea di portare l’Office sui Mac è un’ipotesi da non scartare, benchè, almeno per ora, la stessa suite di lavoro per gli utenti, sia reperibile tramite metodi alternativi e tramite web (trial di un mese).

Se Microsoft si “abbasserà” alle restrizioni imposte da Apple, e sarà anche disposta a rinunciare al buon 30% dei ricavi, questo non è dato saperlo, ma almeno su iOS i primi passi sono stati mossi da qualche tempo con il rilascio dell’applicazione One Note.

E voi possessori di Mac, come vedreste questa possibilità? Farebbe comodo?

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest