Accordo Microsoft-Yahoo, Microsoft baciata dalla fortuna!



accordo storico microsoft yahoo


19 novembre 2007:

Microsoft vuole il 30% delle ricerche online e lo manifesta nel corso di una conferenza stampaUBS INVESTOR” dove dichiara di voler diventare uno dei due principali player del mercato dei motori di ricerca. In realtà Microsoft va anche oltre rendendo noto il programma “10,20,30,40”.
Fissa una serie di obiettivi:
– MSN e Windows Live devono costituire il 10% delle pagine internet visitate;
– occorre portare al 20% il tempo totale impiegato dai navigatori internet sui siti MS;
– vuole avere il 30% della quota di mercato delle query sui search engine;
– vuole detenere il 40% del mercato della pubblicità online

1 febbraio 2008:
Ore 12.37 su Cnet viene pubblicato il comunicato stampa ufficiale che riporta la notizia dell’OPA di Microsoft su Yahoo.
Microsoft offre 44 miliardi di dollari per rilevare Yahoo!

11 febbraio 2008:
Yahoo rifiuta clamorosamente l’offerta di Microsoft di 44,6 miliardi di dollari.
Secondo Jerry Yang, CEO della società, Yahoo vale molto di più! Yang rimarrà tristemente famoso nella storia per aver rifiutato 44,6 miliardi di dollari.

10 aprile 2008:
Google e Yahoo dichiarano di volersi alleare. Yahoo ospiterebbe sulle proprie pagine gli annunci pubblicitari di Google, in un accordo che sembra evidentemente anti-Microsoft.
Microsoft chiede a gran voce l’intervento dell’Antitrust
 

5 maggio 2008:
Microsoft rinuncia definitivamente ad acquisire Yahoo! ritirando la sua offerta.
Yahoo! perde il 20% in un giorno al Nasdaq.
 

13 giugno 2008:

Yahoo! stringe uno storico accordo con Google che prevede la gestione degli annunci pubblicitari di Yahoo! da parte di Google .
Yahoo! perde in borsa il 10%
 6 novembre 2008:
L’antitrust blocca l’accordo tra Google e Yahoo a causa della eccessiva concentrazione nel settore della pubblicità online.
In un solo soggetto quasi il 90% del mercato.
 

18 novmbre 2008:
Jerry Yang lascia Yahoo!  E’ storia!

14 gennaio 2009:
Carol Bartz viene nominata nuovo CEO di Yahoo! Si riaprono le trattative con Microsoft.
I risultati di Yahoo sono molto negativi e il compito del nuovo CEO non è affatto semplice.

 
20 marzo 2009:
Steve Ballmer (CEO Microsoft) chiarisce che un accordo con Yahoo è ancora possibile sulle tecnologie di ricerca .

 
3 giugno 2009:
Microsoft presenta il suo nuovo motore di ricerca “BING” in grado, secondo MS, di battere Google!

 
29 luglio 2009:
Firmato l’accordo tra Microsoft e Yahoo per la gestione da parte di Microsoft della ricerca online su tutti i siti di Yahoo! utilizzando la tecnologia Bing.
L’accordo avrà una durata decennale.

Alcune considerazioni…
 
In tutta questa vicenda la cosa che colpisce di più è senza dubbio la caparbietà di Microsoft nell’inseguire e raggiungere il suo obiettivo.
Un altro fattore molto rilevante, che avrebbe potuto cambiare la storia dell’information technology, è senza dubbio la fortuna di Microsoft perché paradossalmente il grande rifiuto di Jerry Yang l’ha salvata da una delle più colossali perdite finanziarie che avrebbe dovuto sostenere, infatti acquistare Yahoo! ad una cifra che avrebbe impegnato Microsoft all’inverosimile, obbligandola per la prima volta nella sua storia ad indebitarsi, a ridosso di una delle più grandi crisi economiche degli ultimi decenni, avrebbe potuto addirittura costituire la fine per la Microsoft che conosciamo condannandola ad un lento ed inevitabile declino.

L’accordo stipulato in questo giorni invece non impegna Microsoft dal punto di vista finanziario, lasciandola libera di esprimere con vigore il suo potenziale dall’alto dei miliardi di dollari cash di cui dispone per ulteriori investimenti e acquisizioni.

Per i dettagli sull’accordo clicca qui Microsoft più Yahoo!, ora è ufficiale

Probabilmente il corso della storia è stato cambiato e per Google ora le cose potrebbero mettersi veramente male. Seguiremo nel corso del 2009 questi sviluppi con grande attenzione!

 

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • … già, e intanto Yahoo crolla in borsa
    http://www.mondoinformatico.info/yahoo-crolla-in-borsa-dopo-laccordo-con-microsoft_post-17479.html

  • Pingback: diggita.it()

Pinterest