Adsl gratis per i pirati delle reti wi-fi



Le reti wireless come tutto quello che ci circonda,sono entrate a far parte della nostra vita quotidiana,grazie alle innumerevoli offerte dei gestori telefonici,che prevedono la fornitura di un router wi-fi insieme all’abbonamento richiesto.

Connettersi con il wi-fi e’ il metodo piu’ comodo, ma non si pensa ai numerevoli rischi che si possono correre,senza l’uso di particolari accorgimenti.Gli intrusi infatti ,potrebbero avere pieno controllo a tutti i nostri dati,dalle cartelle condivise ,a gli hard disk, e anche ai dati relativi della nostra identita’.

I rischi in poche parole sono elevati,e adesso e’ giunto il momento di prendere seri provvedimenti , specialmente dopo le clamorose vulnerabilita’,scoperte nei router Fastweb e Alice,dati dai gestori in comodato d’uso,insieme all’abbonamento.

I protocolli di sicurezza,che ci consentono appunto  la sicurezza della chiave che inseriamo per connetterci al router wi-fi,vengono abbattuti,avendo accesso ai vari dati che portano alla scoperta della chiave introdotta.Il primo protocollo ad essere abbattuto e’ stato il wpe,che si riteneva impenetrabile come una rete cablata,ma che in pochi tempi,porto’ i gestori all’utilizzo di un nuovo protocollo denominato wpa-psk,che sembra molto resistente ai vari attacchi hacker,ma da qualche tempo ha subito qualche segno di cedimento,e cio’ non significa che sia impossibile abbattere la protezione di quest’ultimo.

Il principale metodo di cracking,consiste nel confrontare una lista di probabili chiavi ,con una serie di dati sniffati dalle rete,e’ infatti per i router  di Alice e Fasweb,partendo dal nome delle reti(ssid),si possono scovare le wpa.

Gli stumenti utilizzati dai pirati,sono  del tutto legali e sono il backtrack 4 e il wpa security inspector.Il primo e per testare la sicurezza della rete,il secondo per valutarne la vulnerabilita’.Questi prodotti sviluppati  per consentire verifiche sulla propria rete,nelle mani sbagliate,diventano una fonte pericolosa e’ fatale per le nostre reti,e l’unica arma che possiamo impugnare,e’ quella di un periodico controllo della nostra rete con gli opportuni programmi,e denunciare eventuali abusi.

Annunci sponsorizzati:

Ricerche effettuate:

  • adsl gratis pirati
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • hackthisass

    A parte essere sritto con i piedi, l’autore di questo articolo è di certo incompetente in materia. Per favore non divulgate cavolate in giro.

  • Silver2

    Una eventuale vulnerabilità di accesso alle reti Wifi private, non vuol necessariamente dire che l’intruso sia in grado di carpire tutti i dati significativi contenuti nei vari hard disk. Sarebbe opportuno non divulgare notizie false e creare inutili allarmismi ingiustificati

Pinterest