Al Festival delle Scienze 2010, si parlerà anche di Internet



Giunto al quinto appuntamento, il Festival delle Scienze di Roma anche quest’anno viene ospitato dall’Auditorium di viale Pietro de Coubertin (nei pressi del Palazzetto dello Sport di viale Tiziano).
Tra Possibile e Immaginario” è il titolo dell’edizione; cos’è infatti l’immaginazione se non lo spunto per costruire un possibile che verrà?
L’evento è contraddistinto, come sempre, da numerosi incontri con i grandi nomi della cultura scientifica, senza mai tralasciare l’aspetto ludico che avvicina le materie scientifiche ai meno esperti. A questo scopo infatti, verrà installato nelle sale dell’Auditorium un simulatore di guida dell’ormai famoso treno italiano ad alta velocità “Frecciarossa”. Semplificato nelle sue funzioni, è lo stesso che viene usato per l’addestramento del personale di “FS”, e sarà sicuramente un’attrazione che incuriosirà i molti visitatori del Festival, che si troveranno a dover guidare il “Frecciarossa” nelle più svariate condizioni atmosferiche.

20100110festival-delle-scienze
Tra i vari incontri, da segnalare per gli appassionati della “rete” quello delle ore 21.00 di venerdì 15 gennaio 2010, dal titolo “Dove ci porta il web?” a cui parteciperà l’informatico statunitense Nicholas Negroponte, celebre per i suoi studi innovativi nel campo delle interfacce tra l’uomo e il computer. Naturalmente verrà esaminata la forza dello strumento di internet, che ha aspetti ambivalenti, a seconda dell’uso che ne può venir fatto.
Non da meno è l’appuntamento delle ore 15.00 di sabato 16 gennaio, dal titolo “Modi di vivere la tecnologia. Vite virtuali e città future“; la vita contemporanea è ormai legata alla realtà virtuale, concetto paradossale ma concreto. Di questo passo come si trasformeranno e come ci trasformeranno le città che verranno?
Per maggiori informazioni sull’evento, cliccate qui, e troverete il programma del Festival insieme alla possibilità di acquistare i biglietti direttamente dal web.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest