Alla scoperta dei linguaggi di programmazione



20091016programmazione

La programmazione è senza ombra di dubbio una ambiente ostico e difficili , veramente pochi sono coloro che da autodidatti si sono tuffati in questo estraneo ambiente . Ma quando sono stati creati i primi linguaggi? La programmazione di una qualsiasi macchina di calcolo si fonda principalmente sul concetto di algoritmo . Questi è una qualsiasi sequenza di istruzioni , semplici , ma rigorose . Il primo , più antico , linguaggio è quello della macchina di Von Neumann , definito anche Assembler .  Con il trascorrere del tempo l’esperienza è cresciuta con la tecnologia , e il calcolatore è diventato sempre più una macchina meno sconosciuta , più facile da usare . Nacquero così , in ordine di tempo , il Fortran e il Cobol . Fondamentalmente , lo scopo per cui venne inventato il Fortran ( Formula Translator) , è stato il motivo per cui venne inventato il computer , la risoluzioni di equazioni matematiche . Il Cobol , nacque qualche anno più tardi e fu il primo e vero linguaggio orientato verso una applicazione nel mondo gestionale . 

Lentamente nacquero anche i primi linguaggi orientati all’insegnamento , infatti , dopo Algol , si svilupparono il Pascal e Basic . Creati da insegnanti , erano all’inizio principalmente utilizzati perchè introducevano una didattica rigorosa ,regole ferree in grado di aiutare lo studente a ragionare tramite algoritmi . Nacquero successivamente , C , Html …. i primi linguaggi sicuramente molto funzionali , ma con ancora una manchevolezza , infatti il C++ , il Java  introdussero la programmazione ad oggetti , portando la programmazione ai massimi livelli . Nella nostra breve digressione abbiamo trattato linguaggi di alto e basso livello , nonostante tutto , i qui citati sono coloro che hanno avuto una grandissima diffusione nel mondo del lavoro.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest