Alla scoperta di Gmail



gmail.jpgGmail, il servizio di posta elettronica offerto da Google è stato senza dubbio rivoluzionario. Ha introdotto molte innovazioni e ha offerto da subito un corredo di funzioni davvero importante, che nel corso degli anni è cresciuto costantemente. Ogni casella può non solo essere  utilizzata dalla sua comodissima interfaccia Web, ma può anche essere condivisa tramite un cliente di mail sia con protocollo Pop3,sia con il protocollo Imap.

 Con gli attuali gigabyte di spazi disponibili,una casella usata tramite Imap permette di avere accesso diretto a un enorme archivio di e-mail, senza limiti di download. Il programma è una soluzione interessante non solo per chi vuole collegarsi con un client tradizionale, ma anche e soprattutto per chi ha la necessità di accedere spesso alle e-mail  tramite  il browser. Rispetto alle altre soluzioni, il servizio di Google offre senza dubbio un’interfaccia più originale. Anziché tentare di riprodurre l’aspetto di un client tradizionale, il programma presentano sfondo bianco con semplici linee di demarcazione tra le diverse aree e sfrutta colori pastello in modo accorto e piacevole. Una casella presenta anche alcune differenze importanti rispetto a quelle tradizionali: ad esempio utilizza le etichette al posto delle cartelle. I messaggi ricevuti possono essere archiviati o conservati nella inbox. Tutte le e-mail inviate o ricevute vengono invece conservate nella cartella tutti i messaggi. Per suddividere i messaggi si possono usare solo le etichette: non è possibile creare cartelle di alcun tipo. Il programma utilizza un sistema molto sofisticato di visualizzazione dei thread, cioè dei messaggi che appartengono alla stessa discussione.

Tutti messaggi sono aperti insieme nell’interfaccia Web: alle apertura di un thread , Gmail visualizza automaticamente tutte le e-mail e che ne fanno parte, ma riduce ad una simpatica linea i messaggi già letti. Inoltre nasconde il testo citato in un precedente messaggio e anche i messaggi già letti, lasciando in evidenza solo il primo e l’ultimo. Questa modalità di visualizzazione è molto comoda sia per gli scambi normali di mail sia per le mailing list, dato che permette di avere sempre sotto controllo tutti i messaggi della discussione. Purtroppo chi utilizza un client che non rispetta le specifiche delle Rfc per la posta elettronica può facilmente spezzare i thread. Gmail è molto sofisticato anche nella gestione dell’accesso Pop3 e Imap.

Quando si scrivono mail tramite l’interfaccia Web, il programma ne invia una  copia al client pop3, in modo che l’utente possa disporre anche  in locale di una ogni storia completa dei messaggi spediti. Analogamente, se si utilizza il server Smtp di Gmail per spedire e-mail tramite un client tradizionale, Google archivia sull’account Web i messaggi inviati. Quando si accede da un cliente locale tramite Imap, Gmail visualizza una cartella per ogni etichetta definita dall’interfaccia Web e consente anche di applicare una etichetta con il semplice spostamento del messaggio nella cartella corrispondente. Abbiamo apprezzato anche l’attenzione di Google verso la sicurezza: tutte le connessioni sono disponibili solo tramite il protocollo Ssl, così come l’autenticazione tramite Web. I messaggi invece normalmente viaggiano in chiaro, ma si può forzare sempre l’uso della protezione tramite protocollo.Il Server Smtp può essere usato per spedire messaggi all’apparenza provenienti da indirizzi diversi da quello Gmail. In altre parole, il messaggio ricevuto visualizzerà al posto dell’indirizzo normale un altro indirizzo impostabile a  stabile piacere. Si tratta di una possibilità davvero vantaggiosa per chi si trova temporaneamente impossibilitato ad usare il server Smtp aziendale e vuole continuare ad inviare messaggi che riportino l’indirizzo di spedizione tradizionale. Si posso impostare indirizzi di spedizione alternativi; per evitare problemi di spam viene comunque chiesto una verifica di ogni indirizzo mail aggiunto all’elenco.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest