Alone in The Dark per xBox, e soluzione



Alone in the Dark nasce nel 1992, fautore di personaggi e oggetti reinderizzati con poligoni in flat-shaded (cioè privi di texture) che davano un’aria cinematografica e rendevano il tutto sensazionale, tanto che questa tecnica fu poi ripresa da Resident Evil.

Edward Carnby di Alone in The Dark, ci fa entrare subito nello spirito del gioco, ritrovandosi catturato, in ostaggio in una stanza, con dei personaggi che discutono sulla sua immediata morte, quando riuscito a fuggire sul tetto il palazzo dove si trova inizia a scuotersi e a riempirsi di crepe, ingoiando tanta gente.

Suspance e dinamismo di sicuro non mancano dall’inizio alla fine.

Sicuramente è una bella storia, molto movimentata e piena d’azione, uno dei giochi più belli per xBox, e per chi non riesce a risolvere e finire con pazienza tutta la sequenza, potete avere un aiuto andando a dare una sbirciatina sulla soluzione.

Un gioco emozionante, da rivalutare perchè merita davvero il nostro interesse.

alone-in-the-dark.jpg

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest