Amazon Fire vs. Google Nexus Tablet



Amazon ha attirato un sacco di occhi addosso a sé quando ha introdotto Kindle Fire, lo scorso anno, ad un prezzo di 199 dollari, tanto che anche altri concorrenti hanno fatto la stessa cosa e si sono mossi nella stessa direzione del gigante americano. Google, ad esempio, ha presentato pochi giorni fa il suo Nexus 7 che, sulla carta, offre delle specifiche migliori ad un prezzo simile. Ma chi vince?

Per prima cosa dobbiamo dire che ci sono le attese per Kindle Fire 2 che uscirà nel secondo semestre 2012, addirittura si pensa il 31 luglio, tablet con delle caratteristiche uguali a quelle del Nexus, che renderanno la Amazon ancora più competitiva, considerando che l’attuale modello scenderà probabilmente di prezzo. In ogni caso, analizziamo la prima generazione del Kindle, dato che è quello attualmente disponibile sul mercato.  Tra i punti di forza la possibilità di accedere ad Amazon Prime, da cui si può ricevere una eccellente selezione di contenuti video gratuiti. In qualità di membri è possibile accedere gratuitamente agli e-book in prestito, ideali per chi legge tanto. L’interfaccia utente è molto semplice da usare, oltre che intuitiva. I punti di debolezza stanno tutti nel reparto tecnico: mancanza del Bluetooth, risoluzione dello schermo minore rispetto a quella del Nexus, oltre al fatto che la versione di Android che gira su Kindle è stata molto rivista dalla Amazon (ad esempio non è possibile accedere alle app di Google Play).

Il Nexus 7 invece è un po’ più sottile e leggero rispetto al Kindle Fire, ha un processore più potente (1,3 GHz quad-core Tegra 3), 1GB di RAM, una risoluzione alta per lo schermo (da 1280 x800 pixel) e una fotocamera frontale da 1,2 megapixel con microfono incorporato. Dispone di GPS e NFC. Inoltre si tratta di un tablet dove gira la versione originale di Android, con cui poter ovviamente accedere al Google Play. Infine, considerando che è un dispositivo Google-branded, si pensa che sarà il primo della lista a ricevere gli aggiornamenti del sistema operativo non appena questi saranno resi disponibili. Tra i punti deboli del Nexus, invece, il fatto che la batteria è leggermente più piccola, inoltre non c’è alcuna opzione per installare della memoria espandibile (rimaniamo ancorati agli 8GB di memoria integrata,). Infine, l’ecosistema Google in termini di intrattenimento (film, musica e libri elettronici) non è all’altezza di quello di Amazon.

Secondo voi, chi vince?

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest