Ancora un paid to write: concorrenza per MondoInformatico?



Il successo, sul web, non è mica semplice. Molto spesso c’è disinformazione su questo aspetto; sono sempre più le persone che si affacciano su internet credendo di guadagnare. Molte di queste, dopo qualche mese di “lavoro” e pochi risultati, abbandonano. Pensano davvero sia così facile?

Credere di poter aprire un blog/sito/forum, scriverci quattro articoli e ricevere migliaia di visite facendo anche un po’ di spam… è da matti!

Dietro un sito internet che guadagna c’è un grandissimo lavoro; e Mondo Informatico è la prova tangente di tutto questo. Staff serio, grande lavoro di tutto il team e anche grossi investimenti iniziali sia in termini economici che parlando sotto il punto di vista dei “sacrifici” da sostenere.

Il mercato di qualche anno fa, almeno, era un po’ più spoglio e, chi aveva veramente intenzione di fare le cose sul serio, era avvantaggiato dalla poca concorrenza. Oggi, invece, molti settori sono saturi; non c’è più posto per nessuno, eppure continuano a spuntare blog/siti/forum e quant’altro come se fossero funghi selvatici. Tornando al caso di questo Paid to write bisognerebbe sottolineare anche le numerose difficoltà gestionali che gli amministratori avranno dovuto affrontare.

E anche in questo campo, negli ultimi anni, la concorrenza è cresciuta tantissimo. Basti pensare che prima un utente medio di internet non conosceva nemmeno la differenza tra blog e forum; oggi, invece, pare che non solo la differenza sia chiara per molti, ma che tanti internauti sono a conoscenza del sistema “paid to write” e alcuni di loro guadagnano anche cifre interessanti in tal modo.

Citare grossi portali o blog che attuano il sistema della “remunerazione condivisa” non sarebbe proprio leale da parte mia, ma vorrei segnalare un servizio di paid to write, nato da poco e con un interessante sistema di remunerazione. In pratica Geekkoso offre a tutti gli utenti che si registrano e scrivono articoli non solo l’Adsense sharing come quì su MondoInformatico (80%), ma anche 0,50 euro per ogni articolo scritto. Potrebbe essere una buona idea differenziarsi, ma di certo non potrà subito competere con i big del settore.

Chissà se avrà successo o se anche questo progetto verrà abbandonato dopo poco tempo?!

Voi che ne pensate? Dateci un vostro giudizio in merito!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest