Anonymous attacca la chiesa



Anonymous torna all’attacco, stavolta a finire nel mirino degli hacker è la Chiesta battista, gruppo religioso famoso per le sue posizioni estremamente razziste e omofobe che negli ultimi giorni ha sollevato un polverone dichiarando che la strage nella scuola di Newtown era una punizione divina nei confronti della società, accusata di infrangere le leggi morali imposte da Dio.

La reazione dei membri di Anonymous non si è fatta attendere, e in breve tempo hanno oscurato i siti della Westboro Baptist Church e divulgato in rete dati sensibili degli appartenenti al gruppo religioso tra cui nomi, cognomi, indirizzi fisici, numeri di telefono e così via.

Anonymous promette che non si fermerà qui e che il loro obiettivo è la distruzione del movimento religioso, reo di corrompere le menti degli americani e di istigare alla violenza ai danni delle minoranze sociali.

Messaggi di solidarietà per l’iniziativa di sabotaggio contro la Chiesa battista sono arrivati dai social network e dai forum sparsi per la rete.

Via | Wired

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest