Apple: ispezioni nelle fabbriche Foxconn



Suicidi sul lavoro, condizioni precarie, assenza di sicurezza: sono questi gli elementi evidenziati varie volte e riguardanti le fabbriche cinesi di Foxconn, che assemblano numerosi prodotti per le aziende multinazionali, inclusi i dispositivi mobili della Apple. Molto spesso i giornali hanno trattato del caso Foxconn, lamentando anche l’inerzia delle multinazionali nei confronti dei fatti di cronaca relativi alla fabbrica cinese.

 

 

Apple ha annunciato che farà condurre indagini sui propri fornitori, compresa la Foxconn, per accertarsi che le condizioni di lavoro siano aderenti ai principi etici. La decisione era inevitabile, soprattutto alla luce della grande diffusione delle notizie inerenti Foxconn. Apple quindi ha deciso di verificare la reale aderenza ai principi etici, dei suoi fornitori.

 

Apple si è rivolta a Fair Labor Association (FLA) per l’indagine, ed i risultati verranno progressivamente pubblicati sul sito ufficiale dell’associazione. Apple ha dimostrato particolare interesse nell’analizzare definitivamente le condizioni di lavoro nelle fabbriche fornitrici, e particolare apprezzamento per essere riuscita ad avviare l’indagina con la Fair Labor Association (FLA).

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest