Apple, sette anni di crescita ininterrotta



E’ inarrestabile l’ascesa della Apple. Da ben ventotto trimestri consecutivi la società di Cupertino continua a battere le attese degli analisti, incurante della crisi economica globale. Dal 2004 la Apple non ha mai deluso gli investitori, riportando dati sistematicamente in crescita. In quegli anni chi avesse voluto investire sulle azioni della Apple le avrebbe pagate circa venti dollari americani, mentre oggi ne valgono più di trecentoquaranta.

Davvero niente male se consideriamo il fatto che in questi anni il settore delle tecnologie ha faticato moltissimo per smaltire la sbornia della bolla di internet dei primi anni del millennio. La Apple ha sempre creduto nei propri prodotti, negli investimenti e nell’innovazione, fino a diventare una sorta di benchmark del settore, ed i suoi gioielli tecnologici oggetti di culto tra i più giovani fruitori di tecnologie informatiche.

Il secondo trimestre del 2011 si è chiuso con un utile quasi raddoppiato (+95%) a circa sei miliardi di dollari contro i precedenti tre. I numeri della Apple hanno beneficiato dell’ottimo andamento nella domanda degli iPhone le cui vendite hanno ampliamente compensato la domanda di iPad risultata invece sotto le attese. Probabilmente l’atteso lancio della seconda versione dell’iPad ha frenato gli acquisti sul tablet di prima generazione contenendone la domanda.

E’ presumibile che questa tornerà a crescere nei prossimi trimestri, contestualmente ad una richiesta crescente da parte degli utenti di una connessione sempre più mobile, agevolata anche dallo sviluppo della rete wi-fi. Gli iPhone venduti sono stati quasi diciannove milioni mentre gli analisti se ne aspettavano poco più di sedici. Gli iPad venduti sono stati quasi cinque milioni. Interessante anche il dato sulle vendite dei pc Mac: +28% in assoluta controtendenza nel settore dei computer fissi.

Ma la Apple non si ferma e Steve Jobs con un comunicato ha assicurato il mercato che la società continuerà ad innovare anche nel 2011. Intanto a luglio entrerà in produzione l’iPhone 5 la cui distribuzione dovrebbe cominciare a partire da settembre. Oramai gli “adepti” della mela morsicata si domandano: “cosa ci sarà dopo il melafonino ed il super tablet?”. E’ difficile prevederlo, ma una cosa è certa, nel futuro ci sarà Apple.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest