Apple vuole il 30% degli abbonamenti SkyDrive di Microsoft



Sky Drive è il servizio che Redmond offre ai suoi utenti poter caricare ed editare online i loro file.

Recentemente questo spazio è stato ridotto a 7 Gb offrendo, nel contempo, la possibilità di acquistare delle estensioni “premium” del cloud storage.

Ebbene, proprio questo servizio (o meglio la sua app per iOS) sarebbe al centro di una querelle tra Apple e Microsoft tanto che la società di Tim Cook avrebbe deciso di bloccare sul suo store l’update della nota app in questione.

Secondo Cupertino, SkyDrive per iOS viola le regole dell’app store che vietano di pubblicizzare servizi a pagamento esterni alla piattaforma mentre, meno più prosaicamente, Redmond spiega il tutto con una questione di soldi.

Lo staff di Steve Ballmer, infatti, rende noto che la Apple vorrebbe il 30% di ogni account premium sottoscritto tramite idevice e che questa quota verrebbe corrisposta anche nel caso l’account venisse, poi, usato anche (o solo) sui device di altri brand.

Al momento Microsoft rilancia con la proposta di una versione nella quale sia disabilitata l’acquisto delle sue estensioni premium.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest