Arriva il sistema operativo di Google



Google ha intenzione di preparare un sistema operativo per netbook, al fine di fare ancora più concorrenza a Microsoft. Il nome di questo sistema operativo sarà Google Chrome OS e sarà completamente open source, nonché basato su Linux.

Sarà un sistema operativo ideale per ogni tipologia di computer, anche se almeno inizialmente verrà rivolto verso i netbook.

La data di lancio definitiva per il progetto non è ancora stata ovviamente prevista, ma si parla della metà del prossimo anno.

Google ha anche rivelato, sul blog ufficiale di Chrome, i nomi dei partner che accompagneranno il motore di ricerca di Mountain View in questa nuova avventura: Acer, Adobe, Asus, Freescale, Hewlett-Packard, Lenovo, Qualcomm, Texas Instrumentis e Toshiba. Proprio in considerazione del fatto che ci sono sia produttori di computer, come la Acer o la HP, nonché altri produttori, come la Qualcomm, è molto probabile che Google Chrome OS verrà usato da diverse tipologie di computer e di sistemi informatici.

L’obiettivo di Google è quello di preparare e di presentare un sistema operativo assolutamente veloce e stabile. Staremo a vedere le ulteriori novità in merito.

20090710google-chrome1

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • certo che sarà difficile entrare in un mercato dove la concorrenza è già ai limiti del sopportabile.

  • Marzaro.it

    non mi pare che di sistemi operativi (A livello consumer) ce ne siano una quantità industriale… :D
    Contiamo che MacOs và praticamente solo sui pc Apple…Rimane il solito Windows.

    Soprattutto netbook con linux, mai visti!
    Questa sarà una rampa di lancio per portare Linux ad alti livelli, e Google può fornire basi solide su cui lavorare: Economiche, informatiche, grafiche, di marketing!

    Siamo prossimi a cambiamenti significativi…

    Per chi non lo sapesse, la “Qualcomm” citata nell’articolo, è un’azienda che produceva e produce tutt’ora, microprocessori per cellulari LG (serie U880 e U890 per fare un esempio).

Pinterest