Assassin’s Creed 2 – Un nuovo spettacolare episodio



20091121assassins_creed_1080_3

Assassin’s Creed 2 è il sequel di uno dei titoli più strombazzati del 2007, un gioco che ha ricevuto buone recensioni e venduto bene ma è stato anche accompagnato da un po’ di delusione.

La storia del primo episodio si svolge nell’anno 2012, anno in cui un barista, Desmond Miles, viene rapito ed utilizzato come cavia per un esperimento. Durante questo esperimento, attraverso un dispositivo chiamato Animus, Desmond comincia a ricordare la vita di uno dei suoi antenati, un assassino vissuto nel dodicesimo secolo che uccide con lo scopo di fermare la guerra in Terra Santa.

In questo nuovo episodio Desmond rivive la vita di un altro suo antenato: Ezio, la cui storia si svolge nel quindicesimo secolo, tra Firenze, Venezia e la campagna toscana.

Il primo Assassin’s Creed combinava storia con fantascienza e gioco stealth con ricerche in spazi aperti. Il risultato fu un insieme di buone idee che però sembrarono essere mezze crude, cioè non adeguatamente sviluppate.
Era divertente per le prime ore ma diventava sempre più noioso con il passare del tempo.

Questo seguito arriva invece molto vicino a raggiungere le ambizioni che gli sviluppatori avevano per il primo episodio. Assassin’s Creed 2 fa pace con i difetti del suo predecessore, migliorando gli aspetti criticati nel primo e trascinandoti dentro ad una trama più interessante che mai.

La struttura è molto più logica che nel precedente episodio e il mondo in cui si muove il protagonista è sicuramente più vivo ed autentico di quanto lo fosse prima. Il modo di muoversi all’interno dell’ambiente e del campo di battaglia è rimasto molto simile a quello del primo episodio, il metodo di combattimento è semplice ma efficace e la selezione delle armi è ottima.

All’inizio forse attaccherete ogni gruppo di guardie che incontrate ma con l’esperienza imparerete che non sempre il combattimento è l’unica scelta: se preferite potrete distrarre i nemici con delle cortigiane, lanciare delle monete per attirare più persone possibili o ancora, più semplicemente, tentare di passare inosservati tra la folla.

I temi dell’onore, della fiducia e della religione accompagnano profondamente la narrativa, i protagonisti compiono le loro azioni guidati da complesse motivazioni, seppur non sempre riconosciute dalla comune morale. Grazie agli emozionanti dialoghi e ad una narrativa efficace, coloro che non hanno giocato al primo Assassin’s Creed potrebbero rimanere sorpresi dall’impatto lasciato da alcuni personaggi e da quanto questi possano essere simpatici o tragici.

Sotto alcuni aspetti si potrebbe definire questo gioco persino educativo, dato che ogni volta che ci si imbatte in un luogo o personaggio realmente esisito è possibile ottenere dei dettagli storici, da non prendere tuttavia come oro colato dato che gli sviluppatori potrebbero aver enfatizzato tali informazioni con lo scopo di rendere il gioco più avvincente

Assasin’s Creed 2 è uno di quei pochi giochi di cui è difficile dare un giudizio negativo. L’aspetto più intrigante è la storia all’interno della storia, unita a simboli nascosti e segreti che potrebbero cambiare completamente l’evolversi del gioco, mantenendo costante il divertimento e la suspence.

Non c’è molto altro da dire, questo è un gioco che mi sento sicuramente di consigliare e spero che a voi possa piacere quanto piace a me.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • angiulonmonks

    CAVOLI PER LA VERSIONE PC BISOGNA SPETTARE NCORA 3 MESI!!!!!!!

Pinterest