Aste al ribasso ma è vero che c’è il trucco come dicono?



E’ possibile che ci siano siti che vendono una Porsche nuova a pochi euro? Oggetti di alta tecnologia  a pochi centesimi?

Questo accade realmente sui siti di aste al ribasso, ma qual’è il trucco? Con il sistema di vendita definito “asta al ribasso”, che è molto più simile a una vincita che a una compravendita classica, i gestori vendono a poco ma guadagnano molto!

Con le aste di ebay i prezzi vanno via via salendo, con le aste a ribasso anche (non è vero che scendono come si legge in giro per la rete), ma essendo vincitrice l’offerta unica più bassa, i prezzi finali rimangono molto bassi.  Altra differenza è che in un’asta al ribasso, paghi 1 euro circa per ogni offerta che fai, anche quando non è quella vincente.

Questo è il trucco delle aste al ribasso, chi vince paga quasi niente per acquistare l’oggetto, chi non vince paga pochi centesimi o euro per avere acquistato un pacchetto informazioni e il sito di aste al ribasso rientra sempre nei costi e a volte guadagna moltissimo.  Questo è il segreto del successo, in fondo anche chi non vince a pagato qualcosa per giocare, come ad un qualunque gioco a premi.

Gli utenti, in pratica, comprano soltanto dei pacchetti informazioni, per sapere se la propria offerta è:

Unica più bassa

Unica ma non più bassa

Non Unica

Quindi, con le aste al ribasso, è necessario mettere in pratica delle strategie, si possono fare più puntate contemporaneamente o stabilire un range all’interno del quale fare un’offerta provando a spuntare l’offerta unica e più bassa.

In conclusione partecipare alle aste al ribasso non è come giocare i numeri al lotto, dove la vincità è legata esclusivamente alla fortuna, ma è un gioco di fortuna e abilità dove aiuta l’esperienza e l’astuzia.

Segnalo un sito di aste al ribasso interessante, keprezzi.it nell’area dedicata alle aste al ribasso, descrive i diversi siti e le promozioni che offrono. Su tutti i siti descritti ho provato che si può partecipare alle aste al ribasso senza spendere niente, approfittando dei crediti offerti all’iscrizione.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest