Attenti agli Hacker



I maghi della truffa ne sanno sempre una più del diavolo…I ladri d’identità s’inventano sempre nuove tecniche per cercare di raggirarci e il più delle volte ne approfittano delle nostre debolezze,così facendo riescono a sopraffare quella vocina interiore che ci dice ATTENZIONE!!Il più delle volte agiscono via e-mail,spacciandosi magari per la nostra banca e chiedendoci di comunicare nuovamente i dati di accesso al conto corrente on-line a causa di un problema al loro server.Spesso la grafica di questi messaggi e dei siti Web a cui ci spediscono sono talmente uguali all’originale che neanche un occhio attento e scaltro riuscirebbe ad accorgersene.Ma come fanno i truffatori a sapere qual’è la nostra banca,quanti anni abbiamo e come ci muoviamo sul Web?La risposta è molto semplice,potremmo esserci confidati con qualcuno in chat,oppure aver utilizzato uno di quei servizi on-line che permettono di “pubblicare” gli affari nostri.Oppure gestiamo un sito Web,o semplicemente sul classico e conosciutissimo Facebook.

Detto questo possiamo crearci una mappa immaginaria di cosa succede nella rete globale,e che noi non facciamo nemmeno caso a queste “piccolezze”.COMPUTER NON SICURI sono quelli che troviamo negli Internet Point,nelle scuole ecc.Chiunque può installarci keylogger e spyware per rubare dati personali e monitorare costantemente le abitudini su Internet.

 RESGISTRAZIONI ON-LINE a volte per semplice curiosità ci registriamo su siti Web che offrono servizi gratuiti di e-commerce. Dietro un apparenza di legalità,si nasconde uno specchietto per le alloddole per rubare il numero di carta di credito e i dati per l’accesso al conto corrente on-line.

PASSWORD gli strumenti per decifrare le password nn mancano.Quindi evitiamo di usare la stessa per l’account di posta,di chat e per tutti i servizi on-line:se scoperta,renderà molto più semplice il compito di rubarci l’identità.

E-MAIL non fidiamoci dei messaggi che riproducono la grafica e lo stile della nostra banca:i siti a cui rimandano sono inaffidabili.Nessun istituto bancario ci chiederà informazioni riservate utilizzando un’e-mail.

CHAT non comunichiamo dati personali in chat se non conosciamo il nostro interlocutore.A volte gli hacker si spacciano per tecnici che offrono assistenza su servizi on-line,richiedendoci i dati di accesso degli account.

VIRUS diffidiamo dei software gratuiti e sconosciuti e di chi ci invita a scaricare immagini “piccanti” tutte da vedere e file che,stranamente,contengono informazioni che ci riguardano:nascondono pericolosi virus e trojan che, una volta installati nel pc,inviano in remoto i nostri dati personali.

Questi sono i passaggi che ci occorrono per restare immuni da questi truffatori.Questi metodi li ho acquisiti in base ad esperienze passate non tanto gradevoli,e di conseguenza non voglio che altre persone ingenuamente cadono in queste trappole.Mi raccomando quando navigate sul Web,dovete avere non 2, ma 10 occhi aperti e leggete attentamente ogni minimo passaggio che state per fare.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • PRIMA DI TUTTO FATTI UNA CULTURA, PRIMA DI PARLARE, GLI HACKER NON SONO QUELLO CHE CHE HAI SCRITTO QUA.

    Tu forse ti riferivi a i Cracker.
    Ecco la definizione di Wikipedia:

    Il termine cracker viene spesso confuso con quello di hacker, il cui significato è tuttavia notevolmente diverso. Alcune tecniche sono simili, ma l’intenzione dell’hacker è generalmente l’esplorazione, il divertimento, l’apprendimento, senza creare reali danni. Al contrario, quella del cracker è talvolta distruttiva (i cracker fanno spesso utilizzo del DoS).

  • UvaDj

    Beh sono abbastanza acculturato per permettermi di dire certe cose.Non ho mai visto un hacker “divertirsi”.Ne parlano riviste e tg dei movimenti degli hacker quindi non credo di aver scritto cose così strane.Comunque ti ringrazio lo stesso per il tuo pensiero.Grazie e ciao

  • Bhè i media, i tg, sono anoora meno acculturati di te, anche perchè non puoi chiamare “bue” un “asino”.

    Ci stanno le infermiere, e i dottori, è diverso il termine, gli hacker non sono quelli che recano danni, ma entrano nei sistemi, mail, solo per una sfida personale. Quelli di cui parli tu si chiamano “Cracker”. tutto qua ;)

Pinterest