Audio editing con Audacity



Audacity è un completo software Open Source rilasciato sotto licenza GNU GPL, con esso si può tranquillamente fare dell’ ottimo Audio Editing, dimostrando ancora una volta che i programmi a codice aperto, possono tranquillamente competere con programmi proprietari.

Audacity è attualmente arrivato alla release 1.2.6 per quanto riguarda il ramo stabile, invece per quanto concerne il software ancora in beta ci troviamo alla release 1.3.6, il programma è scaricabile a questo indirizzo, e sono sviluppate le versioni per Windows e Mac. oltre che quella per GNU/Linux, l’ installazione è semplicissima, in più per le distribuzioni GNU/Linux, oltre che il canale “ufficiale”, Audacity è sempre compreso tra le repository di ogni distribuzione, perciò l’ installazione risulta alquanto semplice.
Al primo avvio, il programma chiederà la lingua con la quale lavorare, scegliamo, e fatta la scelta, apparirà una finestra vuota, il programma attende vostre istruzioni:

Audacity

Come potete vedere il programma è composto da svariati pulsanti, che ci permettono di compiere svariati compiti, una volta premuto su Modifica –> Preferenze, si accederà alla finestra di configurazione del programma, dalla quale settare numerosi parametri del programma.

Il programma è veramente ben congeniato e può risultare utile in più di una circostanza, ecco alcune delle sue feature:

  • Audacity può registrare audio dal vivo attraverso un microfono o un mixer;
  •  Può digitalizzare registrazioni da musicassette e dischi in vinile;
  •  Mixare tracce esistenti per creare registrazioni multi traccia;
  • Registrare fino a 16 canali in contemporanea (richiede hardware multicanale);
  •  Importare ed esportare file WAV, AIFF, AU e Ogg Vorbis;
  •  Importare audio MPEG usando libmad;
  •  Esportare file MP3 usando LAME;
  •  Aprire file audio grezzi (senza intestazione) usando il comando “Importa dati Grezzi (raw)”.

e altri ancora.

Audacity possiede veramente una gran varietà di effetti audio, provate a caricare un qualsiasi file sonoro, e provate ad aggiungere qualche effetto, vedrete, anzi sentirete i risultati, prima però di applicare un effetto, bisogna ricordarsi di selezionare la parte della track nella quale l’ effetto dovrà comparire:

Track

Ecco alcuni effetti molto interessanti:

  •  Amplifica: essa, come è facile intuire amplifica il volume della traccia;
  •  Cambia intonazione: molto simpatico, altera la voce, rendendola irriconoscibile dall’ originale;
  •  Cambia tempo: questa funzionalità va ad agire sulla velocità della traccia, ma non va minimamente a toccare l’ intonazione, semplicemente velocizza la registrazione;
  •  Cambia velocità: consente di modificare la velocità della porzione, oppure di tutta la traccia, agisce anche sull’ intonazione;
  • Fade in: utilissimo in fase di audio editing, permette di introdurre uno spezzone di introduzione aumentando gradualmente il volume;
  •  Fade out: come il precedente, solamente si applica alla parte finale della traccia, per fare in modo che essa non termini troppo bruscamente;
  •  Riduzione rumore: permette di eliminare errori di registrazione nel file audio, oppure in caso di registrazione da fonte analogica elimina il fruscio.

Per importare i file audio in Audacity basta scegliere dal menù File la voce “Apri”, si aprirà la finestra del file manager con la quale andare a selezionare la canzone, facendo attenzione che così facendo si aprirà una nuova finestra, nel caso si volesse aggiungere una nuova traccia al progetto corrente bisognerebbe selezionare, sempre dal menù File l’ opzione Import –> Audio.

I files finali possono essere salvati in Waw, Mp3, Ogg ed altri formati semplicemente agendo sul pulsante Export reperibile nel menù File e scegliendo poi semplicemente un nome e l’ estensione finale del file sonoro, una precisazione per quanto riguarda il formato mp3, Audacity non può gestirlo direttamente, bisogna prima installare LAME, un’ avanzata libreria audio, fatto questo, Audacity non avrà più problemi nemmeno con questo formato.

Come accennato in precedenza, con Audacity è possibile anche registrare da microfono, oppure da Vinile o musicassetta, perciò, semplicemente basta collegare la fonte al computer e scegliere poi l’ opzione corretta nel menù di scelta, fatto questo per registrare è sufficiente cliccare sul pulsante contraddistinto dal pallino rosso, per chiudere l’ acquisizione basterà agire sul pulsante “stop”.

Possiamo registrare anche il suono di strumenti quali chitarre, tastiere …basta collegare l’ apparecchiatura all’ uscita Line IN della scheda audio, regolare i volumi, e via registrare.

Per concludere, Audacity è un ottimo strumento, veramente potente per “giocare” un po’ con le tracce audio, niente di professionale, ma sicuramente ottimo per chiunque voglia divertirsi senza troppe pretese.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest