Aziende per il recupero dati : Microwell



 

Da oltre dieci anni Microwell si occupa di recupero dati. L’esperienza maturata nel settore consente all’azienda di coprire tutti i supporti di memorizzazione, indipendentemente dal sistema operativo utilizzato e dal tipo di drive. Dotata di un laboratorio con ben due camere bianche, la società è in grado di operare dati anche da sistemi multipli.

Prima di iniziare però l’analisi dei dati, effettua la copia bit per bit del supporto attraverso una tecnologia proprietaria. In tal modo, elimina il rischio di causare altri danni al supporto danneggiato. Dopodiché procede con l’ispezione gratuita del supporto. A differenza di altre aziende, la valutazione gratuita non comprende solo una diagnosi del problema ma anche la sostituzione di eventuali parti elettromeccaniche difettose in camera bianca e l’apertura del  drive per la sostituzione e la riparazione del blocco delle testine di lettura e scrittura.

Tutto assolutamente senza concorso fino alla stesura dell’elenco dei file da recuperare e del preventivo che verrà sottoposto all’approvazione da parte del cliente. Se per qualche ragione non fosse in grado di recuperare dati, non addebiterà alcun costo e, se sarà in grado di effettuare solamente un recupero parziale, offrirà al cliente la possibilità di scegliere se accettare il recupero o declinare allo stesso senza alcun onere.

In genere, il costo complessivo del recupero oscilla fra il 720 e i € 3120: molto dipende dal tipo di lavorazione e dalla necessità o meno di intervenire in camera bianca. Allo stesso modo, per quanto riguarda i tempi necessari per il recupero dei dati, gli standard di servizio alla restituzione dei dati contenuti nel supporto entro cinque giorni lavorativi. È comunque sempre possibile optare per un servizio di emergenza, disponibile 24 h al giorno e sette giorni alla settimana. Scegliendo questo servizio i tecnici si occuperanno del problema, fin quando non sarà risolto positivamente, di solito entro 48 ore.

www.microwell.com

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!