Beppe Grillo: internet e la politica



In questi ultimi giorni, in cui Beppe Grillo si è candidato alle primarie del PD, in cui i blogger italiani hanno scioperato contro il DDL Alfano, di nuovo in primo piano si presenta il confronto tra la politica e internet.

Come abbiamo ormai scoperto, internet è un mezzo fondamentale per l’informazione. Anche con gli ultimi fatti in Iran si è visto l’importanza di Internet contro i regimi e la censura. Anche la politica e l’opinione pubblica internazionale si sono accorti di questo potere, ancora per lo più poco regolamentato. Così sono iniziate a spuntare le prime leggi, come l’HADOPI in Francia o proprio come il DDL Alfano.

Beppe Grillo

Anche i politici e le società hanno capito il grande potenziale di utenza che trovavano in internet, e così nasce per esempio l’immane campagna elettorale di Obama.

In Italia le cose sono più lente, ma la politica si inizia ad avvicinare al mondo della rete: Beppe Grillo, i blog dei vari politici, la Gelmini su YouTube, Brunetta su Facebook. Si intravede una strada di collaborazioni tra la Rete e la politica, anche perché gli internauti sono sempre più affamati di informazione e vogliono rappresentare le proprie opinioni, come rappresenta il sito da poco aperto OpenParlamento.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • zoe

    questo ha tanto criticato ora si candida, solite cialtronate italiane!

Pinterest