BlizzCon 2009: presentata la demo giocabile di Starcraft II “Wings of Liberty”



20091008star-craft-2Il primo gioco della serie Starcraft è ormai risalente quasi all’età della pietra: era il lontano aprile 1998 quando il videogioco della Blizzard fece il suo ingresso nel mondo dei giochi di strategia in tempo reale. Finalmente, dopo oltre 10 anni e dopo svariati annunci su imminenti uscite della seconda parte della saga, il 19 maggio 2007, al Blizzard Worldwide Invitational di Seul, è stato ufficialmente annunciato il seguito, StarCraft II.  Al BlizzCon 2009 (21-22 Agosto 2009), è stata annunciata l’uscita per i primi mesi del 2010. Intanto la Blizzard ci ha dato la possibilità di provare la prima demo giocabile.

Senza perderci nei dettagli di questo stragegy game che ancora è giocato dopo 10 anni (principalmente in Coreadel Sud, ma anche in Svezia, Francia, Italia, USA, Romania e Olanda), veniamo invece a descrivere le caratteristiche che saltano agli occhi della nuova edizione della saga, almeno per quanto riguarda quello che è possibile vedere dalla demo: La versione “campagna” rilasciata al BlizzCon era completa di ogni orpello, dal “menu” di selezione ambientale sulla nave stellare “Hyperion” (con tanto di NPC sparsi ovunque per portare avanti la trama principale e per offrire le preziose missioni facoltative), alle “side quest” all’interno delle missioni vere e proprie, passando per le sequenze video in CGI e per la colonna sonora (veramente ottima la qualità delle musiche e dei dialoghi).

La Campagna: la campagna riprenderà le fila della storia esattamente da dove l’ultima espansione ufficiale di Starcraft aveva interrotto la narrazione e vedrà facce conosciute, su tutti il protagonista Jimmy Raynor ritornare sulla scena. La vera novità non è dunque nello scontro fra Terran, Protoss e Zerg, quanto nel come la battaglia si svilupperà per il giocatore. La struttura di Starcraft II sarà composta da missioni non sequenziali, collegate tra loro da dialoghi con alcuni personaggi presenti nelle sequenze del gioco tra le missioni sul campo vere e proprie. In questi ambienti (principalmente un bar all’inizio dell’avventura e la nave “Hyperion”), al giocatore è data la possibilità di comunicare con vari NPC, approfondire la trama e selezionare missioni, alcune delle quali comporranno la trama principale, mentre altre daranno vita ad una sub-trama a se stante. Il lead producer di SC2 (Chris Sigaty), spiega anche che l’intento della Blizzard per la campagna “single player” è quello di creare un gioco che permetta all’utente di costruirsi il proprio insieme di unità, con abilità e potenziamenti personalizzati. Il giocatore infatti, potrà, potrà spendere i crediti ottenuti con il superamento delle missioni precedenti per assoldare dei mercenari, unità speciali ben più potenti ed attrezzate. Infine, il gameplay a missioni offrirà diversi bivi sia nella trama sia nel ventaglio di missioni disponibili, garantendo un alto livello di RIgiocabilità.

20091008starcraft2demo

L’uscita del gioco: Per quanto riguarda l’uscita del gioco, come già detto la versione “campagna” sarà disponibile dai primi mesi del 2010. In ritardo invece, rispetto della versione campagna, sarà la versione multiplayer:  Chris Sigaty sostiene che abbiano voluto concentrare gli sforzi per integrare fin dal lancio della versione Beta anche tutte le novità che verranno apportate dalla nuova piattaforma multiplayer Battle.Net 2.0, sforzi che, per l’appunto, hanno prodotto e produrranno ritardo rispetto all’uscita ufficiale del gioco in versione “campagna”.20091008starcraftii

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!

Pinterest