Blog, portali e siti web, come farne un utilizzo corretto



Voglio scrivere due righe su questa cosa, perchè ogni volta che un cliente mi chiede informazioni sulla realizzazione di un sito web, io devo rispiegare il mio punto di vista. Lo faccio con piacere, ma per una volta ho deciso di metterlo a disposizione di tutte quelle persone che sono a digiuno dell’argomento. In rete si possono incontrare siti di ogni tipo, organizzazione e contenuti. Le agenzie e gli studi grafici che si occupano della realizzazione di siti dinamici o meno, vanno scelte con un certo criterio ben preciso. Purtroppo il parametro del gusto grafico non è l’unico da prendere in considerazione. Moltissimi designer fanno dei siti spettacolari, ma quello che realmente deve essere preso in considerazione è la struttura delle pagine. Spesso sono gli elementi invisibili che fanno di una pagina web un vero strumento di comunicazione e interazione.

Questo è un semplice esempio per farvi capire qual’è la differenza tra un sito funzionale e uno no. Un sito deve essere un raccoglitore di informazioni, e in quanto tale, deve essere utile all’utente. Non solo bello. Non ricco di lampi fuochi fulmini e roba psichedelica dai lampeggianti al quanto stucchevoli. Se un utente capita nel vostro sito aziendale di vendita all’ingrosso di pentole, e trova tutte pentole che volano da una parte all’altra dello schermo e poi due righe di testo, quanto pensate si possa fermare ad osservare il sito? ve lo dico io poco…
E uno degli elementi importanti di cui tiene presente google, è proprio la permanenza di un utente nelle pagine. Più un utente si sofferma a leggere, più lo naviga, più è interessante. Quindi viene da se che l’importanza di un sito, è dettata dai contenuti. La grafica e la veste è un contorno che possono abbellire, migliorare e rendere più gradevoli le pagine, ma rappresentano elementi che non possono da soli essere fondamentali nella riuscita o meno di un progetto web, mentre … ahimè.. da designer, devo ammettere che un sito può avere milioni di visite anche grazie solo all’importanza dei suoi contenuti. Ai testi, all’utilità che il fruitore ha stando nel sito…

Viene da se che un sito “non utile” ma “bello” non ha ragione di esistere, ne per google, ne per l’utente, perchè non può essere interessante per nessuno che realmente ha bisogno di cercare qualcosa…

Tornando a noi, io sono giornalmente stupita, dalla potenza di questo motore di ricerca. Ogni giorno quotidianamente accendo il mio pc, con il mio caffè davanti… ed una delle prime cose a cui penso, quando inizio a lavorare, è proprio quanto è potente questo google. Un’immenso patrimonio mondiale racchiuso in una casella di ricerca. Ma soprattutto penso… a quanto sia importante google per il mio lavoro. Per il mio sitino. A quanto lavoro mi porta. Indirettamente, comodamente, anche mentre la domenica sono al mare posso ricevere una richiesta di preventivo o trovare sulla mia posta una email di qualcuno che ha visitato il mio sito e…
E’ chiaro che,… quando si progetta un sito, bisogna portare mille attenzioni ai contenuti del sito stesso e alla scelta di ogni elemento, sulla base di quello che chiede il mercato. E quello che chiede il mercato… si vede da google. E’ chiaro, che un sito che non è presente su google, non ha ragione di esistere…

Io fossi in voi, se ancora non avete dato una controllata al vostro sito ultra mega spaziale, correrei ad aprire e a digitare qualche parola a caso….
buona fortuna… che Google sia con voi!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest