CarPlay: iOS (e iPhone) arriva su strada



Chiamato precedentemente iOS in the Car, oggi il progetto Apple di portare il suo sistema operativo mobile all’interno delle automobili ha finalmente un nome ufficiale: CarPlay (da non confondere col prodotto Monster con lo stesso nome). Il concept, però, rimane identico: si tratta di una trasposizione di una versione semplificata di iOS sul touch screen delle automobili, supportata inoltre dai comandi vocali. Come abbiamo visto in video precedenti, il fulcro della cosa è da identificare nella semplicità e nella sicurezza del sistema, senza complessi elementi di interfaccia e, sembra, senza tastiere virtuali.

Molte azioni, invece, verranno eseguite grazie a un sistema di coding intelligente. Ad esempio, CarPlay è in grado di dare un’occhiata al vostro calendario e alle vostre email per “prepararsi” con un buon anticipo a incontri e appuntamenti, suggerendo i percorsi migliori per arrivare a destinazione. Allo stesso modo, Siri è in grado di leggere ad alta voce i messaggi in entrata e permettervi di dettarle la risposta che volete dare. Ovviamente è anche possibile effettuare telefonate, tramite comando vocale.

E ovviamente non sarebbe un’esperienza iOS senza lato musicale: ci sarà la possibilità di ascoltare musica e podcast, oltre a Spotify e iHeartRadio. Queste due, comunque, sembrerebbero essere le uniche applicazioni non-Apple che saranno disponibili tramite CarPlay, almeno per il momento. Bisogna vedere, per il futuro, come verranno estese le API per lo sviluppo delle terze parti, e ci aspettiamo sicuramente di vedere altri nomi scendere in campo. 

L’esperienza CarPlay, è bene precisarlo, avrà bisogno di un iPhone: servirà infatti un iPhone 5, 5s o 5c per utilizzarla, perché le auto non avranno iOS di serie, ma si baseranno sul segnale iOS trasmesso in Lightning dallo smartphone.

Ci aspettiamo di saperne di più durante quest’anno. Intanto, guardate il video di Volvo.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest