Cellulari Samsung: come allungare la durata della batteria



Purtroppo è risaputo che per quanto uno smartphone possa essere dotato delle più strabilianti funzionalità, riuscire a farlo arrivare da mattina a sera ancora con un po’ di carica sembra un’impresa. A tutti piacerebbe utilizzare il proprio dispositivo tecnologico senza la preoccupazione di doverlo caricare in continuazione o rischiare di rimanerne senza quando serve perché la batteria è a zero.

Per chi vuole cercare di prolungare la durata (il lasso di tempo in cui la batteria funziona prima di scaricarsi, da non confondere con la vita, che è il periodo di utilizzo di una batteria prima che diventi da buttare) ecco qualche consiglio:

DISPLAY: uno dei principali responsabili dello scaricamento della batteria. Abbassarne la luminosità o impostare quella automatica sono già buone abitudini, così come l’utilizzo di uno sfondo statico di colore scuro invece di uno animato e alla selezione di un tempo per lo spegnimento dello schermo (timeout) che consente di non tenere il telefonino acceso inutilmente;

CONNESSIONE: bluetooth, WiFi, 3G, tutte le connessioni contribuiscono al consumo della carica, quindi disattivateli se non ne avete bisogno e, se proprio non potete fare a meno delle notifiche e delle email, impostate il 2G. Via inoltre gli widget animati e i servizi di geolocalizzazione che utilizzano continuamente la connessione, scaricando la batteria;

CALORE E OZIO: sono i due nemici acerrimi delle batterie, per cui evitate di tenerlo in luoghi caldi (tipo il cruscotto della macchina) e utilizzatelo frequentemente (non buttatelo nel cassetto senza adoperarlo);

FAKE LAZY BATTERY: questo fenomeno si verifica quando c’è un dislivello tra la reale carica residua e quella percepita dal dispositivo, dovuto a un precoce raggiungimento del limite minimo di tensione. Per ricalibrare la batteria bisogna far scaricare completamente il telefono e, se non dà segni di vita al momento della riaccensione, ricaricatelo totalmente lasciandolo anche due ore in più del tempo previsto. Riaccendete il telefono (ancora attaccato al caricabatterie), attendete 2 minuti nella schermata Home, quindi rimuovetelo. Ripetete questo procedimento altre due volte per un totale di tre cicli di carica.

Ci sarebbe molto altro da dire a riguardo, dal chiudere le applicazioni attive in background al disabilitare suoni non necessari all’istallazione di applicazioni che vantano facoltà di allungamento della durata della batteria. Bisogna chiedersi però se vale la pena rinunciare a tutte le utili funzioni presenti nel proprio dispositivo per un po’ di ricarica in più.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest