Cinema e cellulare: frontiere abbattute?



Universal Pictures su cellulare

Universal Pictures su cellulare

Un accordo per portare contenuti cinematografici su cellulari, a scopo promozionale: questo quanto siglato tra la Universal Pictures e Zed, uno dei principali produttori di servizi per cellulari. La casa di produzione americana ha scelto quindi di iniziare a fare advertising “mobile”, sfruttando uno degli strumenti che vedono una crescita esponenziale negli ultimi anni e per il quale si prevede un’ulteriore aumento degli investimenti pubblicitari.

L’accordo, concluso tra la Universal Pictures Digital Platforms Group e Zed, permetterà la diffusione su telefonini di contenuti tratti da noti film della casa di produzione, quali The Fast and the Furious, The Breakfast Club e Animal House: contenuti audio, video o immagini tratte da scene cinematografiche permetteranno di personalizzare il proprio cellulare e di condividere con altri i propri gusti in fatto di cinema.

Le nuove opportunità dell’advertising cinematografico tramite cellulare saranno presentate dalla Universal Pictures Int. Italy in un convegno al quale prenderà parte Massimo Proietti, Marketing Director. Questo evento, promosso da Somedia – la Repubblica, si terrà a Torino il 18 settembre, nel contesto di CineShow, Salone per il cinema, la televisione e il multimedia. Il convegno “Ciak: business! Cinema e nuovi media in azione” vedrà dunque la casa di produzione affrontare la tematica dei nuovi investimenti pubblicitari su supporti “mobile” da parte del mondo del cinema.

Il convegno avrà un ricco panel di relatori: tra questi, Giorgio Licastro, Department Manager di GFK Eurisko, illustrerà i risultati di una ricerca sulla relazione tra portabilità e ascolto multimediale. L’istituto ha in programma inoltre la presentazione, alla fine del 2009, di una nuova ricerca sulle relazioni degli utenti con i nuovi media. Il convegno di Torino vedrà inoltre il prestigioso coordinamento di Ernesto Assante, giornalista di la Repubblica.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest