Cinque coppie esplosive



Il Web e i browser grafici

Prima del 1993 Internet non era che un’accozzaglia di protocolli, reti e strumenti inventati da cervelloni universitari. L’introduzione, nel 1991, del World Wide Web, ha offerto l’opportunità di trovare informazioni online, ma si trattava pur sempre di un pezzettino del puzzle, per quanto fondamentale. L’interfaccia grafica, inventata nel 1993, ha messo le ali al web, rendendolo un veicolo di distribuzione praticamente per ogni cosa.

Cellulari e accessi wireless

I telefoni cellulari hanno cambiato il nostro modo di comunicare, rendendo incerti i confini che separano il lavoro dall’intrattenimento. L’email wireless, l’instant messaging e l’accesso al web cambieranno ulteriormente le cose.

Banda larga e reti wireless

Qualcuno ricorderà che nel 1998, a metà del boom del dot com, gli internauti vivevano aspettando… aspettando… prima che le pagine venissero caricate. Negli Stati Uniti meno dell’1% delle abitazioni era dotato di un collegamento a banda larga. La lentezza dei caricamenti faceva il paio con i tempi lunghi delle installazioni, da parte delle società telefoniche, di connessioni ed infrastutture in nuove aree geografiche.

Dischi economici, memorie Flash

Nel lontano 1956 IBM inventò RAMAC, che poteva contenere 5 MB di memoria e costava 50.000 dollari. Da allora è trascorso moltissimo tempo e molte cose sono accadute. Nel 2005 la Toshiba ha introdotto  sul mercato il primo disco da 1,8 pollici con una capacità di 40 Gb. Da allora la capacità dei dischi è cresciuta del 40% ogni anno.

Blog e la pubblicità di Google

Fino a non molto tempo fa, se si avevano velleità da editore si doveva almeno provenire da una famiglia ricca, oppure essere programmatori di HTML. Oggi, invece, grazie a strumenti come Blogger, WordPress e TypePad, chiunque può essere un editore o un produttore. La crescita dei blog non può essere definita in altro modo che “esplosiva”. Ma un blog non crea reddito. Forse dovrei dire non creava, perchè dall’introduzione di Google AdSense (2002), le cose sono cambiate.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest