Collegare diversi pc alla chiavetta è possibile con un router Umts come quello di 3



Con l’adsl collegavi tutti i computer della casa ad un’unica linea internet, ed ora con la chiavetta perché non fare altrettanto?

Dove le cose funzionano bene, le connessioni mobili offerte dai vari gestori telefonici sono una valida alternativa alle classiche linee fisse a banda larga.

Ancora di più ora che queste connessioni internet sono largamente diffuse e le offerte commerciali abbracciano esigenze di navigazione differenti, fino alle ultime novità commerciali che danno la possibilità di navigare senza limiti di tempo.

Le capacità di banda delle chiavette sono simili alle Adsl, dato che fin dall’inizio sono stati venduti tagli da 7,2 Mb/s, ad esempio, analoghi ai classici 7 mega delle linee fisse.

Ma pochi produttori hanno pensato di creare dei router analoghi a quelli adsl anche per le chiavette hsdpa/umts.

Tra i pochi dispositivi specifici per questa tecnologia, di cui si può trovare un approfondimento in questo articolo, è uscito in questi giorni una proposta dell’operatore Tre Italia.

Il router Umts, chiamato in questo caso Web Pocket, consiste in un piccolo dispositivo, che sta effettivamente in un taschino, poiché è grande più o meno come uno smartphone.

La sua utilità deriva dal fatto che questo dispositivo si connette a internet attraverso la connessione mobile, in questo caso attraverso la rete Tre, e ridistribuisce la stessa connessione ai pc o notebook, o altro che sono a loro volta connessi in WiFi al router stesso.

Si possono collegare fino a 5 dispositivi, che condivideranno contemporaneamente la stessa connessione internet, come con un qualsiasi altro router.

Se in passato era impensabile poter condividere una connessione mobile con diversi pc, ora tutto questo è realtà, grazie all’evoluzione della connettività via chiavetta internet, che si avvale delle velocità in banda larga della tecnologia Umts e delle sue evoluzioni, come Hsdpa ed Hspa.

Naturalmente, così come con le adsl, bisogna valutare la situazione della connettività caso per caso, poiché le velocità effettive potrebbero differire da quelle promesse, a seconda ad esempio della congestione di rete.

Senz’altro però lo strumento proposto da Tre Italia è interessante ed utile, senza contare che vi sono pochi dispositivi di questo tipo finora in commercio sul mercato italiano.

Image by jscreationzs/FreeDigitalPhotos.net

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest