Come archiviare le foto con Picasa



La passione per la fotografia talvolta si trasforma in un vero e proprio incubo, e questo sopratutto quando le foto che vengono scattate sono tantissime e vengono caricate sul proprio computer in una maniera non proprio ordinata: grazie Picasa, tutti questi problemi potranno essere finalmente risolti, e le proprie foto verranno archiviate in maniera ordinata.

Picasa è un programma completamente gratuito offerto da Google che sicuramente diverrà il miglior amico dei fotografi: grazie ad esso infatti, tutte le foto che verranno scattate potranno essere archiviate in tante cartelle, e le foto quindi saranno facilmente rintracciabili ed il computer sarà più ordinato.

Picasa-3.9-latest-version-free-download
Ma come si archiviano le foto con Picasa?
Sostanzialmente esistono due modi, entrambi molto efficaci e che garantiscono lo stesso risultato: il primo metodo è quasi automatico, e lo si può utilizzare nel momento dell’installazione del programma, il quale una volta avviato, chiederà all’utente se preferisce fare una ricerca delle foto su tutto il computer o su alcune cartelle specifiche, ovvero quella del desktop, dei documenti e delle immagini personali, oppure se effettuare delle scan su cartelle specifiche scelte dall’utente.

Picasa-only-my-photos (1)
Una volta che si effettua la propria scelta, il programma avvierà la ricerca secondo i criteri prestabiliti dall’utente, ed archivierà le foto in diverse cartelle, tutte suddivise per anno, per mese e per cartella di provenienza: ad esempio, se si ha una foto presente sul desktop inserita lo scorso anno nel mese di agosto, Picasa inserirà quella foto nella cartella che verrà denominata appunto desktop e avrà come periodo d’archiviazione agosto 2012, mentre un’altra foto scattata in un secondo momento, ad esempio a settembre dello stesso anno verrà archiviata in una cartella diversa.

Il secondo metodo, che come detto prima darà lo stesso risultato, è formato da diversi procedimenti, tutti comunque molto semplici: il primo consiste nel cliccare sulla voce “file”, e successivamente nella voce “aggiungi cartella a Picasa”, e attendere che il programma carichi la schermata successiva.
A questo punto apparirà una schermata nella quale vengono mostrate le cartelle presenti in “risorse del computer”, e l’utente potrà scegliere quali cartelle far analizzare dal programma e quali no: ad esempio, l’utente potrà scegliere se far analizzare da Picasa il contenuto del disco rigido ed evitare di controllare la cartella denominata “immagini”.
Per una ricerca più accurata, l’utente potrà cliccare sulle varie cartelle e scegliere quali sotto – cartelle far analizzare e quali no: una volta terminata la scelta delle cartelle, basterà cliccare su “ok” e lasciare che Picasa effettui il controllo e l’archiviazione delle varie fotografie presenti in quelle cartelle selezionate.

picasa

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest