Come avviare un business di registrazione domini e di web-hosting



Le aziende di registrazione domini e di web-hosting consentono a privati e ad aziende di ottenere un sito web. In Italia uno dei pù noti provider adibiti a questo scopo è Aruba. In questo articolo verranno elencate le due possibilità che si possono prendere in considerazione nel caso in cui si voglia avviare un proprio business nella vendita di domini e di spazio web.

 

 

1.) Business Indipendente

 

E’ possibile avviare in proprio un’azienda di registrazione domini e di web-hosting. Per la registrazione domini bisogna essere accreditati presso ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers e presso tutte le varie TLDs (ovvero, i registri appositi, ognuno corrispondente ad una specifica estensione di dominio). Tutti i processi che derivano da questa scelta presentano cifre elevate che non tutte le aziende decidono di spendere (la stessa Aruba registra domini utilizzando un altro metodo, descritto in seguito): sono migliaia di euro per varie operazioni che, alla fine, portano ad essere accreditati presso ICANN e ad essere registrati nelle TLDs all’interno delle quali potere registrare i domini. Per l’hosting, è necessario disporre di server equipaggiati a seconda delle esigenze aziendali: Windows/Linux/Mac/altro sistema operativo, capienza dischi rigidi, RAID dischi rigidi, rack, memoria RAM, etc…, e di accessi ad Internet idonei a seconda delle esigenze aziendali: solitamente, in ambito server, in grandi data-center destinati a gestire un continuo enorme carico di richieste simultanee, si utilizzano IP statici e linee in fibra ottica ridondate.

 

2.) Business Dipendente

 

Molte aziende decidono di risparmiare i soldi per entrare in ICANN come società accreditate, e registrano domini appoggiandosi ad altre imprese. Aruba, per esempio, si appoggia a OpenSRS, il servizio di reselling domini di Tucows. Altri servizi come GoDaddy offrono, in aggiunta, anche una quota di hosting. Tuttavia OpenSRS richiede il pagamento di una tantum, mentre GoDaddy richiede un rinnovo. Un altro noto servizio di reselling è eNom. Si può anche prendere in considerazione l’idea di potenziare la gamma di servizi offerti con Google Apps, che fornisce i servizi Google interfacciabili con domini personali: ecco quindi che un blog Blogger, un sito Google Sites e una casella email Gmail possono fornire già un servizio personalizzato e proponibile all’utente finale. Le caselle email Vodafone e Fastweb Webmail sono basate proprio su Google Apps: di fatto, sono caselle Gmail con dominio Vodafone o Fastweb.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!

Galleria Fotografica

I servizi di reselling domini I servizi di reselling domini I servizi di reselling domini
Pinterest