Come comprare bene un Gps



t-370-navigatore-gps.jpgAcquistare  un navigatore satellitare può sembrare impresa facile: punti vendita e catene di distribuzione fanno a gara per offrire GPS per auto a prezzi sempre più aggressivi e le caratteristiche base di un navigatore portatile sono ormai consolidate. In realtà questo mercato, indubbiamente uno dei più prolifici negli ultimi anni, presenta più di un’insidia per il consumatore, che spesso tende a sottovalutare l’importanza di poter contare su di un prodotto aggiornato e su di un supporto post vendita all’altezza.

Quando si acquista un GPS in offerta, per prima cosa è importante verificare se si tratta di un prodotto di nuova generazione o di una modello a fine serie: in molti casi, infatti, le offerte più allettanti sono relative a linee di prodotto da poco rinnovate e per le quale è già disponibile una versione più recente di quella proposta. Ciò non significa che un modello di fine serie non rappresenti un buon affare, anzi: se l’apparato risponde alle caratteristiche che cercavate, non esistono particolari motivi per non procedere all’acquisto. È però importante verificare che le mappe fornite non siano obsolete e, soprattutto, che la casa produttrice supporti al meglio il prodotto. In questa pagina potete trovare sette consigli chiave per l’acquisto di una navigatore satellitare per auto, a partire proprio da alcune considerazioni sulla cartografia.

Mappe Aggiornate

Per offrire un effettivo ausilio alla guida il navigatore satellitare deve disporre di una cartografia aggiornata. I principali produttori mettono a disposizione aggiornamenti con una cadenza trimestrale o semestrale, ma pretendete comunque un navigatore con una cartografia risalente a non più di sei mesi dal momento dell’acquisto.Europa sì, ma quale?Se optate per un navigatore con mappa europea, verificate quali paesi sono effettivamente inclusi. Alcuni pacchetti comprendono ad esempio soli paesi dell’Europa occidentale, mentre altri estendono la copertura alle nazioni dell’est. Controllate inoltre il livello di dettaglio: per determinati Stati è prevista una copertura porta a porta, per altri limitata alle strade principali.

Bluetooth, mi serve!

Molti navigatori integrano il modulo Bluetooth è però importante verificare quali siano i reali servizi offerti dal sistema senza fili: in alcuni casi, infatti, la connessione al telefono è sfruttata per scaricare da Internet dati e servizi opzionali, in altri per trasformare il navigatore in un sistema viva voce per auto.

 

Tmc : funziona?

Sulla carta si tratta di uno dei servizi più interessanti offerti da un moderno navigatore satellitare: ricevere in tempo reale le informazioni sulla viabilità per adeguare il tragitto in base a incidenti e stato del traffico. In realtà purtroppo il servizio è perlomeno nel nostro paese, lungi dall’essere maturo e raramente raggiunge livelli di affidabilità e aggiornamento sufficiente.

Dispositivo grande o piccolo?

Meglio un navigatore compatto o un dispositivo dal display chiaro e ampio? la risposta non è univoca e, come sempre, dipende dai gusti di ciascuno. I modelli più ampi ma ingombranti sono interessanti per la riproduzione video e tv. Siete pronti però a sopportare qualche grammo in più in borsa, visto che è buona norma non lasciare mai il GPS in auto.

I servizi a pagamento

Non tutte le funzioni disponibili sui navigatori e pubblicizzate nei volantini sono gratuite:TomTom ad esempio offre degli altri servizi di previsioni meteo e traffico, offerte però in abbonamento mensile e che richiedono la connessione a Internet del GPS tramite telefonino. Anche le liste degli autovelox fornite le produttori sono a volte a sfasamento.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest