Come configurare al meglio Emule



Malgrado l’avanzata dei servizi di file hosting come Rapidshare e Uploaded (giusto per citarne un paio), sono ancora tanti gli utenti che utilizzano il famosissimo programma di file sharing eMule, re incontrastato del download (va detto, anche illegale) agli albori del boom di Internet. Sono tanti i vantaggi derivanti dall’utilizzo del software, tra cui un archivio praticamente immenso e la possibilità di tenere traccia dei download e, se necessario, interromperli per poi riprenderli in un secondo momento.

Ma muoversi all’interno di questo universo può essere molto difficile, soprattutto per un principiante e soprattutto quando si tratta di configurare al meglio il programma per il download dei files. Vediamo come farlo. Innanzitutto, va controllata l’effettiva velocità di connessione della vostra Rete, operazione che può essere fatta con uno dei tanti siti che offrono questa possibilità. Dopo aver individuato questo dato, andate nel pannello Opzioni di eMule e poi Connessione, per settare alcuni parametri fondamentali: spuntate la voce Limite Download e mettetelo sulla voce Limite di Upload, impostando la barra sottostante a un valore più basso rispetto alla reale velocità di upload rilevata in fase di test. Impostate, poi, il valore Download a 512 KB/s e quello di Upload al valore ottenuto dai test. Queste impostazioni sono importanti per evitare che la velocità di connessione diminuisca mentre si naviga in Internet con eMule acceso.

Dopodiché, potete passare al settaggio dei server. Infatti, per poter cercare al meglio i vostri files da scaricare, è necessario puntare sui server migliori disponibili. Andate nella scheda Server e, se presenti, cancellate tutti i server che trovate inseriti di default. E’ possibile farlo velocemente cliccando col tasto destro del mouse su uno di questi e scegliendo Elimina tutti i Server. A questo punto, incollate uno degli indirizzi consigliati di seguito nella barra Aggiorna server.met da URL e cliccate su Aggiorna

A questo punto, dovreste percepire dei miglioramenti tanto nella ricerca dei files, quanto nei download. E’ consigliabile, comunque, scegliere files condivisi da più fonti possibili per non avere problemi con le altre attività di navigazione sul pc.

Via –  Aranzulla

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest