Come creare Gratis applicazioni per Symbian, Android e BlackBerry



Capita spesso di avere un sito e di volerne espandere l’utenza, magari diffondendo delle applicazioni per Smartphone.

Però programmare una APP fatta bene è un procedimento elaborato, senza contare che ogni sistema mobile ha un suo linguaggio di programmazione ben definito, quindi a meno di non impararsi almeno 4 linguaggi, non si potrà coprire un pubblico abbastanza vasto.

Però come al solito ci vengono in aiuto i tool gratuiti e online.

Ne esistono molti e interessanti, come ad esempio http://feed.nu/ per Android.

Oggi vorrei spiegare l’utilizzo di Nokia App Wizard e Joe Mobi.

Il primo serve per creare le applicazioni adatte a Symbian, Meego e S40 e fra i tool è probabilmente il migliore, peccato che copra una fetta di mercato piuttosto ristretta.
Il requisito per utilizzare questo Wizard è avere un feed RSS, un blog WordPress, Tumblr o Blogspot o un account su un social network.

La procedura guidata è molto semplice, permette di scegliere colori, template e loghi. Finita la progettazione la app viene mandata all’ovi store e a meno di problemi viene validata in pochi giorni.

Nonostante sia una soluzione che, come già detto, non copre una grossa fetta di mercato, la facilità di utilizzo e la gratuità lo rendono comunque un upgrade interessante per il proprio sito.

Passiamo poi a Joe Mobi. Attualmente iscrivendosi e seguendo la wizard (anche essa molto semplice) si possono generare applicazioni per BlackBerry e Android, che costituiscono una parte di mercato molto consistente.

Successivamente alla generazione si può scegliere di scaricare il file dell’applicazione, per poterla poi linkare sul proprio sito e farla installare direttamente sul cellulare.
Piccolo problema: dal primo febbraio 2012 l’applicazione sarà a pagamento, per coloro che non volessero avvisi pubblicitari. Inoltre gli account gratuiti potranno sviluppare per una sola piattaforma. Mentre per togliere le pubblicità si dovrà pagare, per ovviare al secondo inconveniente basterà creare due account.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest