Come creare un disco di installazione di Windows 8 personalizzato



Alzi la mano chi non si è mai trovato a dover formattare un PC Windows. Il sistema operativo più diffuso al mondo, infatti, si è sempre portato dietro in tutte le sue incarnazioni un terribile difetto: con il passare del tempo, il sistema tende inevitabilmente a rallentare, fino a diventare sempre più inutilizzabile.

Le evoluzioni più recenti del sistema operativo, in primis Windows 7 e Windows 8, hanno decisamente rallentato il processo, senza però eliminarlo del tutto. Presto o tardi, vi toccherà formattare: ciò significa dover riscaricare tutti gli aggiornamenti, i driver ( e attenzione che siano aggiornati ), reinstallare le vostre applicazioni e settare nuovamente tutte le vostre preferenze. Giusto? Non necessariamente. Vediamo insieme come creare un disco di installazione di Windows 8 personalizzato, contenente già tutti i driver ed i programmi e con tutte le impostazioni settate, come se fosse fresco di format.

Ci sono due modalità per ottenere questo risultato. La prima consiste nel creare un’ immagine disco ISO dell’installer di Windows, contenente già tutti gli aggiornamenti, settaggi, opzioni e persino il numero seriale già inserito. La seconda, invece, vi consentirà di creare un’immagine personalizzata per l’opzione di reinizializzazione del pc, consentendovi di avere anche le vostre applicazioni già installate, oltre a quanto detto in precedenza.

Primo caso: creazione di un disco di installazione di Windows 8 personalizzato

winreducer

Per creare il nostro disco personalizzato avremo bisogno di un’applicazione: WinReducer. Questo utilissimo tool consente di includere nel disco tutti i nostri settaggi e aggiornamenti presenti in fase di creazione: non è tuttavia possibile includere anche le applicazioni installate.

Per seguire questa procedura avremo bisogno di:

– una copia fisica o virtuale di Windows 8 ( se avete fatto l’upgrade da Windows 7 l’ISO scaricata non sarà sufficiente ) – il sopracitato WinReducer
– diverse applicazioni che vi verranno chieste da WinReducer ( potreste già averne alcune )

Appena faremo partire WinReducer, la prima cosa che vedremo sarà una schermata dove l’applicazione ci chiederà ben nove altri programmi da installare per proseguire: alcuni sono molto diffusi, come ad esempio 7zip, mentre nel caso di altri bisognerà fare una piccola ricerca Google e procedere all’installazione. Fatto ciò, bisognerà far puntare l’applicazione alla cartella Programmi, sia nella versione 32 bit che in quella a 64 bit: a questo punto, il passo successivo è preparare l’ISO di Windows.

Per creare l’ISO, inserite il dvd di Windows 8 nel lettore, apritelo da Risorse del Computer e copiatene tutto il contenuto in una cartella creata appositamente sul vostro hard disk. A copia effettuata, impostare il path della cartella su WinReducer e avviate l’operazione. Una volta ottenuta l’immagine, inizia il divertimento: ci sono centinaia di impostazioni da personalizzare, inclusi account utente, sfondo del desktop e temi. Per ragioni di spazio e per non divagare, non andremo ad analizzarli tutti: parliamo però di alcune impostazioni chiave della procedura.

Per includere gli aggiornamenti di Windows nell’ISO, andiamo su Customizations e poi su System: qui troveremo le impostazioni per gli update. Per selezionare quelli necessari, spuntiamo la casella Updates e selezioniamo una cartella dove andremo a posizionare gli aggiornamenti; clicchiamo poi su Updates Download e, nella schermata WinReducer Catalog, clicchiamo su Check; da qui, selezioniamo Updates e clicchiamo su Download. Ora potremo scegliere quali aggiornamenti includere, da una lista di tutti i possibili. Non è necessario includerli tutti, soprattutto se vogliamo alleggerire in parte il sistema, ma di sicuro andrebbero selezionati almeno tutti gli aggiornamenti critici: volendosi risparmiare popup futuri dopo l’installazione, aggiungere anche quelli selezionati come importanti.

Un altro aspetto molto comodo di questo processo è automatizzare la fase di installazione: una delle parti più fastidiose dell’installazione di Windows, infatti, è il dover necessariamente presenziare tra un passo e l’altro, dal momento che senza un clic qui o un’immissione lì il sistema non procederà al passo successivo. Grazie a WinReducer, invece, potremo eliminare questi fastidi, accettando ad esempio a priori il Contratto di licenza, impostando utente e password e includendo il codice seriale: quest’ultima opzione vincolerà il disco d’installazione alla vostra macchina, naturalmente, quindi è da utilizzare solo in caso di necessità. Se avete in mente di riutilizzare questo disco anche su altre macchine, non includete il vostro seriale,

Una volta impostate tutte le voci del programma, è possibile procedere alla fase finale. Cliccate su Apply e successivamente su Launch. A questo punto, WinReduced creerà il disco di installazione con tutte le opzioni da voi selezionate e vi chiederà di scegliere il formato d’uscita: è possibile avere un’ immagine WIM, utilizzabile direttamente ( ed esclusivamente ) da Windows, oppure un’immagine ISO, più generica e che potrete successivamente trasferire su un dvd. Infine, è possibile copiare il tutto su un dispositivo USB da utilizzare in fase di boot: per far ciò, cliccate su Advanced Settings e seguite il tutorial che apparirà in questa finestra.

 

Secondo caso: creare un’immagine per reinizializzare il pc con Windows 8

windows8repair Con Windows 8 non è necessaria la completa formattazione per avere nuovamente un computer agile e scattante come appena comprato: esiste, infatti, una procedura che reinizializza il sistema operativo senza dover materialmente formattare e reinstallare Windows da zero. Seguendo questa procedura, tutte le impostazioni di sistema ed i documenti personali saranno lasciati intatti: purtroppo, non si può dire lo stesso delle applicazioni che, ad eccezione di quelle più moderne che si interfacciano alla nuova schermata Start, andranno reinstallate una ad una. Vediamo allora come creare un’immagine personalizzata che, seguendo la falsa riga dell’operazione precedente, avrà al suo interno non solo tutte le impostazioni, gli aggiornamenti ed i documenti, ma anche tutte le applicazioni già installate sul nostro computer. Vi suggeriamo di provare questa procedura a computer nuovo o formattato da poco: l’immagine vi consentirà di tornare allo stato in cui si trovava il pc nel momento che è stata creata, ergo non ha senso scegliere di tornare ad uno stato già di per sé poco pulito. Vediamo i passi per utilizzare questa funzionalità.

Come prima cosa, lanciamo un prompt di comandi come amministratore; da qui, scriviamo ‘ recim /createimage [path] ‘, dove [path] è il percorso dove vogliamo che venga creata l’immagine. Se la cartella indicata non esiste, verrà creata durante il processo.
Non spaventatevi se ci mette un po’ di tempo: considerata la mole di lavoro, è del tutto normale. Se anche la barra di progresso dovesse rimanere bloccata sul 1% per un quarto d’ora o più, attendete fiduciosi.

A processo ultimato, avrete a tutti gli effetti quella che può considerarsi un’istantanea del vostro sistema, da utilizzare in qualsiasi momento per reinizializzare il pc attraverso lo strumento apposito integrato in Windows 8.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest