Come effettuare il downgrade da iOS6 a iOS 5.1



Sono in molti gli utenti che hanno riscontrato alcuni problemi o fastidi nell’utilizzo del nuovo sistema iOS 6 di Apple.

Se questo infatti funziona egregiamente con il nuovo iPhone 5, non si può dire lo stesso con i “vecchi” dispositivi della casa di Cupertino. In molti hanno infatti riscontrato che la batteria di un 4S ad esempio si scarica molto più velocemente con il nuovo sistema, ed anche alcuni servizi lasciano un po’ a desiderare. Da quest’anno infatti Apple non sfrutterà più il servizio di Mappe offerto da Goggle (il celebre Google Maps), avendo sviluppando un programma tutto suo, con cartine del tutto nuove, che al momento però risultano a dir poco incomplete. Certo arriveranno degli aggiornamenti in futuro, ma in tanti hanno preferito, almeno per adesso, optare per un comodo downgrade a iOS 5.1.1.

Come prima cosa va detto che per eseguire questa procedura è necessario che i certificati SHSH del sistema iOS 5.1.1 siano salvati. Inoltre è giusto precisare che non tutti i dispositivi possono eseguire il downgrade da iOS 6 a iOS 5.1.1, almeno per il momento, come ad esempio tutti gli iPad e l’iPhone 4S.

La prima cosa da fare è scaricare la versione 0.9.14b2 di RedSn0w, scaricabile sia da Mac che da Windows. Occorre poi scaricare l’IPSW del sistema operativo 5.1.1, selezionando precisamente di quale dispositivo si è in possesso. Mettere poi l’iPhone in modalità DFU ed aprite RedSn0w, andando prima su Extras, poi su SHSH blobs ed infine su Stitch. Fatto questo occorre poi cliccare sul file IPSW del sistema operativo 5.1.1 e poi, se ci si è ricordati di salvare i certificati SHSH, cliccare su Cydia, che troverete in RedSn0w, e precisamente nella sezione dedicata esclusivamente ai certificati. Se questi sono stati salvati sul dispositivo li si potrà trovare nella cartella Local.

Una volta che saranno stati selezionati sia i certificati SHSH che l’IPSW, avrà inizio la creazione di un firmware da parte di Redsn0w, del tutto personalizzato per il sistema operativo 5.1.1. Questo processo è fondamentale per la buona riuscita del downgrade, dal momento che è proprio questo il file verrà poi utilizzato in seguito per effettuare il ripristino di iOS 5.1.1, nonostante Apple non lo firmi più, avendo ormai rilasciato il nuovo aggiornamento.

Occorre poi riutilizzare RedSn0w e tornare indietro di due pagine, dove troveremo il pulsante “Pwned DFU“, che istantaneamente metterà il vostro dispositivo in modalità Pwned DFU. In questo modo si darà la possibilità ad iTunes di ripristinare il firmware, senza che per questo compaiano messaggi d’errore sul desktop.

Qualora comparisse un messaggio inerente l’errore 1600 dunque niente panico. Sappiate che avete semplicemente dimenticato di completare questo passaggio, e che non avete commesso nessuno sbaglio irreparabile.

Ora è il momento di aprire iTunes che, se tutto è andato per il meglio, dovrà riconoscere la modalità DFU. A questo punto tenete premuto il tasto CTRL, cliccando poi su Ripristina. A questo punto cercate il file IPSW che avete creato prima e selezionatelo. Il file sarà facile da riconoscere dal momento che il suo nome sarà preceduto da ben 13 numeri, che dovrebbero rappresentare l’ECID del dispositivo.

Ora lasciate che iTunes completi il procedimento, e non prestate attenzione ad un messaggio d’errore che potrebbe comparire sul vostro schermo, dal momento che rientra tutto nella normalità. A questo punto tornate su RedSn0w e cliccate prima su Extras e poi su Recovery fix. Rimettete dunque il vostro dispositivo in modalità DFU, e così Recovery fix potrà installare finalmente iOS 5.1.1.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest