Come effettuare l’overclock del processore



Con un pò di sforzo sarete in grado di accelerare la velocità del vostro sistema del 10%, forse anche di più. La maggior parte delle CPU vengono destinate a velocità di clock inferiore alla loro velocita massima, e non è troppo difficile riuscire ad aumentare le prestazioni… Questo procedimento si chiama overcloacking e non è troppo pericoloso per il PC nè difficile da mettere in atto, anche se mettere le mani in questo modo su un computer significa annulare la garanzia del produttore della CPU.

cpuz-e4300-8x.png

Mentre alcuni pc pre-assemblati possono essere “overcloccati”, molti altri no; date uno sguardo prima di cominciare. Se il vostro computer supporta l’overclock, potrete accrescerne la velocità di funzionamento in pochi minuti. Ma per ottenere le migliori prestazioni e sufficiente stabilità, dovrete impegnarvi per circa un pomeriggioper provare diverse impostazioni.

Cominciate raccogliendo le informazioni che vi servono. Cercate il modello della vostra scheda madre, scaricatene il manuale, aggiornate il BIOS all’ultima versione. Il produttore della vostra motherboard probabilmente offre un’utility per l’overcloack che gira con Windows, ma se seguite questo metodo potrebbe essere necessario eseguire l’utility a ogni avvio del sistema operativo. In alternativa potete eseguire le impostazioni del caso direttamente sul nel BIOS; questo approcio vi permetterà di mantenere la vostra configurazione fino a quando non deciderete di cambiarla nuovamente.

Fatto questo scoprite come acccedere al BIOS e riempostatelo alla sua condizione predefinita, qualora il sistema dovesse divenire instabile. Tipicamente si accede al BIOS premendo i tasti F1 o Canc durante la fase di avvio del computer; le schermate di avvio di solito lo spiegano chiaramente.

Poi dovrete cambiare fisicamente la posizione di un jumper sulla scheda madre. Non proseguite senza esservi preparati questa via di fuga, altrimenti potresti finere col bloccre il computer senza sapere come rimettere in piede il BIOS.

Inoltre cercate informazioni sul modelllo della CPU tramite internet, trovate il “part number” nelle informazioni presenti nel BIOS e prendete nota dell’intervallo di temperatura che supporta. Eseguire con successo l’overcloaking richiede di raggiungere un compromesso tra prestazioni e calore; se il processore sale eccessivamente di temperatura, il computer si blocca. Controllate le temperature nel BIOS, mentre procedete alle modifiche.

Talvolta il BIOS può modificare le frequenze della CPU per voi, dinamicamente, con una modalita detta “IA” (Intelligenza Artificiale). Se avetea disposizione questa opzione, essa è tutto ciò che vi serve. Ma nella maggioranza dei casi si modifica la velocita del processore modificando quella del Front Side Bus .All’interno del BIOS alzate questo valore di 5 o 10 mhz alla volta , salvate i cambiamenti e ravviate. Se il pc non si avvia del tutto, cioè se Windows non parte e si blocca, tornate nel BIOS e riportate la velocita del BUS come era prima. Se il sitema si avvia correttamente, riavviatelo e ripetete le modifiche aumentando nuovamente a piccole dosi la velocita del bus. Dopo avere fatto alcune modifiche, eseguite il tool Prime95 (si scarica gratis da www.mersenne.org)  per circa mezz’ora per far funzionare la CPU. Se il sitema rimane stabile mentre questo generatore di numeri primi sotto stress il processore, continuate ad aumentare lentamente la velocita del Front Side Bus. Se notate problemi di prestazioni o crash di sistema, o se la CPU scalda troppo, abbassate la velocità fino a trovare un valore stabile.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest