Come funziona il Campo XE in microsoft word



Il sistema più rapido per contrassegnare una voce d’indice e selezionarla è premere la combinazione Maiusc-Ctrl-X. Se preferite il metodo tradizionale fate clic su inserisci-riferimento-indici e sommario, selezionate la scheda indice e segna voce. In entrambi i casi viene visualizzata la finestra di dialogo segna voce d’indice analitico, con il testo sul lato della casella voce principale. Cliccando su segna viene inserito nel documento il campo con il testo della voce d’indice. Poiché il codice nel campo costituito è testo nascosto, è possibile vederlo solo attivando l’opzione testo nascosto nella scheda visualizzata. Il campo può essere modificato posizionando il cursore direttamente nel codice e utilizzando una delle voci di testo oppure le funzioni di taglia, copia e incolla. In sostanza, contrassegnare le voci  dalla finestra  segna voce di indice analitico equivale inserire nel documento il campo . Perciò è possibile farlo anche dal menù inserisci-campo, che contiene le istruzioni per una corretta sintassi del campo. L’istruzione testo corrisponde al testo che desiderate inserire nell’indice analitico. Per specificare una voce secondaria  basta separare il testo della voce principale da quello della voce secondaria con i due punti.

Dei parametri che è possibile aggiungere troviamo il codice di campo,/b  che consiste di applicare il formato grassetto al numero di pagine corrispondente alla voce di indice. Il campo e permette, per esempio, di ottenere nell’indice analitico una voce quale testo,23. Tenete però presente che l’inserimento di questo parametro rimuove il formato grassetto se lo stile applicato alla voce prevedeva già il grassetto. Lo stesso discorso vale per /i, che è il formato per il numero di pagine in corsivo. Il parametro/f”tipo” consente di definire il tipo di voce. Per visualizzare l’intervallo di pagine contrassegnato da un segnalibro come numero di pagina della voce di indice, utilizzate invece il parametro /r”segnalibro”.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest