Come impostare il browser predefinito



Quando installiamo una delle ultime versioni di Windows, l’Os di Redmond ci mostra una finestra (“Browser choice”) in modo da consentirci di scegliere quale browser preferire.

Va da sè che, all’inizio, IE è una scelta praticamente obbligata. Solo dopo aver installato altri browser, possiamo scegliere quale sia il nostro client di navigazione preferito, ovvero con quale programma aprire i link che, via via, affollano le varie pagine ipertestuali della Rete. Nel caso si sia installato Chrome

Google-Chrome

e lo si voglia rendere predefinito, dopo averlo aperto, andiamo in alto a destra e clicchiamo sull’icona delle 3 linee orizzontali parallele: nel menu che si aprirà, scegliamo “Impostazioni”. Nella relativa schermata, in basso, troveremo la voce “Browser predefinito”: l’unico passo da seguire sarà quello di attivare il comando “Imposta Chrome come browser predefinito” ed ogni link sarà aperto dal prodotto dei GoogleLabs. Se, invece, abbiamo installato Firefox,

Firefox

il browser della Mozilla Foundation, andiamo nel menu “Strumenti” e scegliamo la voce “Opzioni”: qui, dopo aver preferito la scheda “Avanzate” e poi quella “Generale”, troveremo la voce “Impostazioni predefinite” con la possibilità di controllare o impostare il client della “volpe di fuoco” come browser di default. Alcuni utenti, poi, preferiscono il browser norvegese Opera

Opera

che fornisce anche un client torrent per il download, un client email con antispam e molto altro in un’unica soluzione. Per impostarlo come di default, andiamo in alto a sinistra nel menu “Opera” e scegliamo prima “Impostazioni” e, poi, “Avanzate” in (“Preferenze”): qui, alla voce “Programmi”, potremo scegliere con quale soluzione (Opera) visualizzare i sorgenti delle nostre pagine internet.

 

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest