Come installare il sistema più sicuro al mondo (OpenBSD)



Veniamo oggi all’ installazione dell’ ultimo sistema BSD libero, e cioè OpenBSD, quello che viene propagandato come il sistema meno bucato del mondo informatico.

Rechiamoci alla Home page del progetto per scaricare la ISO da masterizzare, una volta ottenuta masterizziamola ed inseriamola nel lettore.

Certo che installare OpenBSD non è un’ impresa facile, il sistema di installazione infatti è completamente testuale, niente tool grafici o pseudo grafici, e certo non è il più grande dei problemi, perchè cosa che rende le cose ancora più complicate, è che bisogna essere un utente con una certa infarinatura di informatica, infatti il sistema richiede una completa conoscenza del proprio sistema per settare al meglio il Sistema Operativo, ma bando alle ciance, le chiacchere sono a zero, ecco il boot:

boot

Una volta terminato ci viene chiesto dal sistema se vogliamo installare, compiere l’ upgrade, oppure se vogliamo un prompt di shell, digitiamo “I” per installazione e premiamo invio.

Adesso il sistema ci chiede che tipo di terminale vogliamo, lasciamo pure l’ opzione di default e premiamo invio, scegliamo quindi la mappatura della tastiera, naturalmente inseriamo “it” e procediamo:

Tastiera

Alla prossima domanda premiamo invio, senza fare nulla, siamo al riconoscimento del disco, il sistema dovrebbe riconoscerlo automaticamente quindi l’ unica cosa da fare sarà confermare:

Disco

Adesso dobbiamo scegliere come utilizzare il disco, se usare tutto lo spazio per OpenBSD, dovremo digitare all, altrimenti dovremo premere invio all’ opzione di default (“no”).

Siamo arrivati alla parte più complicata, il partizionamento del disco, operazione completamente testuale, dato che io alla domanda precedente ho scelto di dare tutta lo spazio a OpenBSD, dovrò creare almeno due partizioni, una per la directory radice (/), mentre l’ altra per la swap, procediamo, digitiamo al promp “a a”, con questo comando si indica al sistema di creare (a) una nuova partizione, dandole come disklabel  il nome “a”, facendo attenzione ad inserire le dimensioni corrette.

Passiamo alla seconda partizione, quella di swap, digitiamo “a b”, come prima verrà creata una nuova partizione, questa volta di swap e dovremo inserirne le dimensioni:

Come Partizionare

Perfetto, premiamo “p m” per controllare il disco e premiamo “q” per uscire dal programma di partizionamento:

Quit

Tocca ora al nome del sistema.

E poi alla configurazione della rete:

La rete

Terminata la fase di configurazione della rete si passa all’ inserimento della password per root, e quindi il sistema di installazione ci chiederà da quale media installare il sistema, scegliamo l’ opzione corretta e confermiamo con invio.

Si passa all’ installazione dei pacchetti, confermiamo tutto, finché non arriviamo alla domanda “Set name?” dove dovremo inserire “all”.

I pacchetti

Adesso dovremo solamente confermare le opzioni di default ed attendere che il sistema installi i pacchetti:

Procedura installazione pacchetti

Terminata l’installazione, rispondiamo “Yes”, quando ci verrà chiesto se far partire ssh all’ avvio, poi dovremo decidere se avviare o meno il server ntp, per sincronizzare l’ orologio di sistema con un server in rete, come ultima scelta digitiamo “Yes” alla domanda riguardante X window system:

 X

Perfetto abbiamo terminato, al prompt digitiamo “halt”, vedremo il sistema riavviarsi, espelliamo il cd d’ installazione e godiamoci il nostro nuovo sistema OpenBSD, ciao.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • Pingback: ZicZac.it, clicca qui e vota questo articolo!()

  • Pingback: diggita.it()

  • Bhè, articolo interessante, però io direi che OpenBSD come sistema è molto più facile durante la fase di installazione rispetto tutti i sistemi *unix ( livello server sia chiaro ) magari la configurazione è un tantino più macchinosa rispetto a linux ad es.
    Io ricordo la prima installazione di OpenBSD , lo uso dalla 2.6 e sin da allora risulta più semplice ma soprattutto in media un’installazione di un sistema default dura al Max 5 minuti… e per non parlare della compilazione del kernel, molto meglio rispetto a linux! in 15 min scarichi i cvs e ricompili un kernel stabile…
    Cmq bell articolo! e W OpenBSD!!!

Pinterest