Come ottimizzare la durata delle vostre batterie!



Vi riporto alcuni utilissimi consigli su come prolungare la durata delle batterie dei vostri cellulari e notebook, ottimizzandone l’utilizzo. Vi assicuro che seguendoli riuscirete tranquillamente a raddoppiare la longevità delle vostre batterie rispetto ad un uso solitamente sconsiderato. C’è tanto da sapere e alcuni miti da sfatare…iniziamo!

  • Le batterie al Litio sono un pò vulnerabili e quindi ne risentono se cercate di scaricarle spesso e completamente, piuttosto puntate a scaricarle parzialmente e ad eseguire frequenti ricariche. Al contrario di quanto si possa pensare infatti, una batteria al Litio non risente del famigerato “effetto memoria” a differenza delle ormai antiquate batterie al Nichel o Nichel-Cadmio che invece ne soffrivano!
  • E’ buona norma mantenere pulita la parte metallica della batteria, con un panno imbevuto d’alcol ogni due/tre mesi. Prima di reinserie la batteria assicuratevi che sia ben asciutta
  • Soprattutto nei portatili preoccupatevi più del calore a cui la batterie è sottoposta piuttosto che ai cicli di carica e scarica. Per questo evitate assolutamente di tenere il pc o il vostro cellulare in posti in cui si surriscalda, evitate ad esempio di lasciare il Notebook in macchina sotto il sole!
  • Se utilizzate spesso il computer in una postazione fissa per lungo tempo è consigliabile rimuovere la batteria dal portatile, infatti il calore generato dal portatile a piena potenza quando è collegato all’alimentatore, diminuisce la vita della batteria, per i motivi descritti sopra. Ma attenzione a seguire i seguenti accorgimenti:
    • Riporre la batteria in un posto freddo: più bassa è la temperatura e meglio è, l’ideale sarebbe a zero gradi, salendo con la temperatura la batteria perde carica in maniera proporzionale. Se potete riporla in frigo, lei ci starebbe da dio.
    • Riporla con circa il 40% di carica, e in ogni caso mai completamente scarica!
  • Ricordatevi che è buona norma ricalibrare le batterie al Litio dei PC portatili. Questo procedimento viene solitamente eseguito accedendo al Bios del vostro portatile (solitamente premendo F2 all’avvio) che eseguirà un ciclo di scarica completo. Questo accorgimento va preso ogni 30 cicli carica/scarica. Quanti di voi lo facevano? Pochissimi eh! Il problema è che ignorando questo accorgimento il sensore di carica della batteria diventa man mano sempre meno accurato compromettendo il funzionamento della batteria…provateci con la vostra adesso e vedrete quanto si guadagna!
  • Nell’acquisto di batterie di scorta, è da evitare assolutamente l’acquisto per un uso futuro, poichè nel frattempo le batterie si potrebbero deteriorate e inoltre ricordarsi sempre di verificare la data di costruzione!
  • Alcuni accorgimenti poi possono essere presi sull’utilizzo del vostro PC al fine di ottimizzare la durata della batteria:
    • E’ importante scegliere un ambiente con un’adeguata illuminazione riducendo così l’intensità luminosa del monitor LCD. Molti computer dispongono anche di un sensore che adatta automaticamente la luminosità del vostro schermo alle condizioni circostanti, utilizzandolo risparmierete molto in batteria!
    • Chiudete tutti i programmi in background che non state utilizzando poichè utilizzano energia anche quando sono inattivi
    • Una memoria RAM maggiore prolunga la durata della batteria poichè si evita di utilizzare il disco fisso, il cui accesso richiede un consumo di energia più elevato.
    • Ricordatevi di scollegare tutte le periferiche (schede PC, USB e le periferiche FireWire)  non in uso
    • Attivate le modalità di risparmio energetico messe oramai a disposizione dai sistemi operativi di tutti i dispositivi portatili
    • Scollegate, spegnendo il segnale radio, la vostra scheda LAN wireless per la connessione a Internet. Anche se non utilizzato, il wireless consuma molta energia poichè rimane sempre in ascolto sul canale trasmissivo
    • Utilizzate di frequente l’utility di deframmentazione disco di Windows. Così facendo vengono diminuiti i tempi di acceso al disco fisso risparmiando il consumo di batteria. Su Windows cliccate col tasto destro sul disco da frammentare in “Risorse del Computer” e andate in Proprietà->Strumenti->Esegui Defrag. Ed il gioco è fatto!

Godetevi il vostro dispositivo portatile al massimo delle sue prestazioni!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest