Come pulire i dischi rigidi in Windows 7



Una regolare attività di manutenzione del computer dovrebbe essere quella di pulire i dischi rigidi al fine di liberare spazio e rimuovere i dati vecchi, che non sono più necessari. In Windows 7 questo obiettivo può essere raggiunto con l’ausilio di strumenti di terze parti, come CCleaner, che sono stati progettati con questo scopo preciso, oppure manualmente utilizzando gli strumenti nativi di Windows 7, che andremo a vedere in questo articolo. Il processo non richiede più di un minuto e può essere eseguito, ad esempio, una volta alla settimana o ogni volta che si ritiene necessario.

Il modo più semplice per effettuare la pulizia del disco di Windows 7 è quello di andare nel menu Start e nel box di ricerca scrivere “dischi”. Tra i risultati avremo lo strumento di pulitura dischi, che è uno dei programmi di sistema del computer.

Dalla finestra di dialogo dobbiamo selezionare l’unità da pulire con l’elenco dei dati disponibili per la cancellazione, come i file nel cestino, i file temporanei internet, le thumbnails e le pagine web non in linea.

Per iniziare la pulizia del sistema bisogna fare clic sul pulsante apposito. Tieni presente che si tratta di un modo molto veloce ed efficace per pulire dai file inutili il nostro computer. Purtroppo, uno dei problemi di Windows è proprio questo: dopo un po’ che lo si utilizza accumula tanti file che non servono nell’uso quotidiano.

Mantenere pulito costantemente il disco rigido del nostro computer Windows 7 è uno dei piccoli “trucchi” che possiamo usare per fare sì che il PC rimanga sempre giovane e veloce.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest