Come sbloccare l’iPhone e installare applicazioni non ufficiali



Nonostante sia molto appetibile, l’iPhone esce dalla scatola con troppe limitazioni. Nel caso del primo iPhone siete vincolati a un solo provider. Come se non bastasse Apple dice che deve provare il software prima che chiunque possa usarlo sul suo prodotto. Ma con la modifica all’iPhone che vi propongo potrete inserire una SIM di un altro provider e avere accesso a nuovi strumenti software, come quello che consente di condividere la conessione a Internet con un computer.

iphone_home.jpg

Al momento di andare in stampa si possono modificare sia l’iPhone originale sia il nuovo iPhone 3G e far girare su questi dispositivi del software “non autorizzato” mentre la procedura per sostituire la SIM è necessaria solo per il primo modello.

Per fare questa modifica è possibile usare sia un PC sia un MAC, e portarla a termine rende nulla la garanzia; inoltre cè la possibilita che durante il processo il telefonino si danneggi in modo tale da non essere più ripristinabile alle condizioni generali.

1. Per precauzione, prima di cominciare sincronizzate il vostro telefono con iTunes e poi, premendo il tasto destro del mouse (tenendo premuto il tasto Ctrl sulla tastiera sul Mac), cliccate il nome del telefono per creare una copia di backup del software.

2.  Per eseguire la modifica è necessario un software chiamato WinPwn (www.winpwn.com) PwannageTool per Mac (http://wikee.iphwn.org). Avrete bisogno anche del firmware originale dell’iPhone: se siete fortunati ne trovate una versione recente seguendo il percorso Users, Username, Library, iTunes, iPhone Software Updates. Altrimenti cliccate sul vostro telefono e selezionate l’opzione Restore all’interno di iTunes per scaricare l’ultima versione del file nella posizione indicata.

3. Se avete un iPhone originale, cercate online “bl39.bin bl46.bin iPhone boot-loader download”e scaricate i due file .bin indicati.

4.  Verificate ora che i file scaricati (.bin e .ipsw) funzionano controllando l’elenco sul sito web di PwannageTool.

5. Lanciate PwannageTool e sceglieteil vostro iPhone. Cliccate la freccia a destra per visualizzare la prossima pagina. PwannageTool dovrebbe trovare il file .ispw automaticamente altrimenti caricatelo manualmente.

6. Selezionate il file e cliccate la freccia a destra. Vengono richiesti i bootloader, cliccate no per non efettuare la ricerca per  inserire manualmente la loro posizione sulla macchina locale.

7.  Poi cliccate su Yes per creare il file del firmware dell’iPhone(un file .ipsw nuovo). Vi verrà richiesta la vostra password di amministrazione. Dopo che il software vi chiede di collegare il telefono, seguite le istruzioni che compaiono a schermoe vi dicono di spegnere l’apparecchio, mantenere premuto il tasto di accensione, premere il tasto Home  e poi rilasciarli nel medesimo ordine.

8. Tornate in iTunes e tenedo premuto il tasto Option cliccate RESTORE. Scegliere il nuovo file .ipsw generato da PwannageTool e cliccate OPEN. Dopo parecchi minuti iTunes riavvera il telefono e vi chiedera di ripristinare i dati del backup. Potrete eseguire il ripristino sul telefono modificato o saltare questo passo per cominciare da capo.

Un utility chiamata Cydia  viene installata sul vostro telefono: scarica software “non approvato” direttamente nell’apparechio, ma siete ancora in grado di acquistare quelli giusti attraverso App Store. E se l’iPhone da voi modificato è l’originale, potete anche sostituire la SIM con una qualsiasi altra SIM GSM funzionante.

page0_blog_entry90_summary_1.jpg

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest