Come scegliere il servizio di hosting per la propria homepage



Chi è a caccia di un servizio di web hosting per la propria homepage si sarà certamente accorto di quanto siano numerose e varie le offerte presenti in rete.

Diventa così piuttosto difficile orientarsi e scegliere la soluzione più adeguata alle nostre esigenze, anche perchè si passa facilmente da una base di 20€ annui a servizi da alcune centinaia di euro. Come fare allora a sapere quali sono i criteri da tenere presente per non spendere inutilmente più di quanto non sia necessario per le vostre esigenze?

Il primo passo è proprio quello di farsi un elenco delle necessità che si ritiene indispensabile soddisfare, in modo da avere le idee chiare e da non farsi “acchiappare” dalla tentazione di aumentare notevolmente la spesa con proposte che suonano allettanti e potenzialmente utili, ma che finireste poi per pagare inutilmente.

La prima domanda, la più importante è questa: quanto spazio mi serve?

E’ importante avere un’idea del “peso” del vostro sito web. Per questo sarà importante aver già predisposto almeno una bozza del vostro sito, avendo cura di includere fin da subito eventuali gif animate, ma soprattutto le immagini (che sono gli oggetti che occupano più spazio).

La seconda importante domanda è: quanti mega caricherò ogni mese?

Aggiornerete il vostro sito web ogni giorno con decine di fotografie e immagini, o vi dimenticherete di lui e vi limiterete ad apporre ogni tanto qualche aggiornamento del testo? In base a questo saprete più o meno dimensionare quanti mega mensili di aggiornamento vi occorrono.

E poi dovrete chiedervi: quanti visitatori visiteranno il vostro sito web?

Esistono infatti servizi di “housing” che vi offrono un server dedicato, quindi non in condivisione con altri utenti, ma che necessariamente richiedono una spesa annua piuttosto sostanziosa. Questo tipo di soluzione è adeguata per chi ha un traffico superiore ai 1000/2000 utenti giornalieri.

Inoltre dovete mediatere sulla necessità o meno di avere un database (utile per chi voglia fare e-commerce, forum, sondaggi,…). Non da ultimo dovrete riflettere anche sul tipo di piattaforma: Microsoft o Linux (che ha il vantaggio di sfruttare numerosi programmi opensource).
E poi vi interessa avere delle caselle e-mail correlate, e quante?

Una volta appuntate le vostre esigenze sarà opportuno fare delle ricerche ad esempio sul tipo di servizio di assistenza offerto (telefonico o via e-mail) e sul grado di soddisfazione degli utenti che lo utilizzano; numerose e lunghe manutenzioni ai server, congestione del traffico e altre problematiche tecniche possono causare continui disservizi.

Per concludere, possiamo dire che se il vostro intento è semplicemente quello di realizzare una vostra home page personale, senza finalità professionali, un servizio da 20/50 € annui senza grosse pretese può essere più che sufficiente.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest