Come scegliere un tablet Android



Come molti di voi avranno notato, la categoria tablet pc è sempre più in crescita e sempre più sono i modelli disponibili, con le più svariate caratteristiche; oltre all’indiscusso iPad e iPad 2 esistono ormai moltissimi modelli Android. Con questa piccola guida cercheremo di fare un po’ di chiarezza per chi dovesse scegliere un buon tablet, indipendentemente dall’uso che ne farà, cercando di indirizzarvi su un buon hardware e che sia anche duraturo nel tempo.

Il primo fattore che è determinante è il prezzo: per una buon tablet android con un discreto rapporto qualità/prezzo siamo sui 200/400 € circa. Se non riuscite a rientrare in questo range rimandate l’acquisto: i tablet sotto i 200€, specie di dubbia importazione cinese, nascondono spesso lacune hardware; questo non vuol dire che non esistano tablet con un prezzo molto economico e discreti, ma se vogliamo un tablet duraturo nel tempo, che magari supporti future versioni di Android e con una comunità dietro di appassionati pronta ad aiutarci, evitiamo questa categoria under 200€.

Fatta questa premessa, la seconda qualità da scegliere è sicuramente la dimensione, o meglio la dimensione del display; solitamente i modelli si raggruppano in 6/7 pollici, 8 e 9/10 circa. Tutto dipende qui dalle vostre esigenze: solitamente per i 9/10 pollici c’è da sborsare qualche decina di euro in più, quindi valutate se davvero vi serve un 10 pollici invece che un 8 ad esempio. Aggiungo il suggerimento di puntare su uno schermo capacitivo: costano qualcosa in più ma verremo ripagati con la estrema sensibilità dello schermo che farà la differenza nell’uso quotidiano. Occhio inoltre alla risoluzione.

Terzo fattore, determinante per le prestazioni, sono CPU e RAM. Come processori, non vi consiglio di scendere sotto 1Ghz di CPU, che ormai si trovano in tablet anche economici e garantiscono un buon rapporto autonomia/prestazioni; se vogliamo puntare un po’ più in alto, frequenze sopra il Ghz o processori dual core, unica pena un costo più alto. Per la RAM il discorso è analogo: io vi consiglio da 512Mb in su, meglio se 1Gb; i prezzi ormai anche di questo tipo di hardware sono crollati e non dovreste far fatica a trovare abbondante RAM in tablet di basso prezzo.

Altro fattore, memoria o storage: se trovate bassa capienza come 4 o 8 Gb, guardate sempre se potete espanderli con microSD ad alte velocità; meglio ancora se trovate direttamente alta capacità direttamente integrate (che sono memorie flash, ben più veloci).

Fattore da non trascurare è la batteria: molti tablet che sembrano ottimi e a bassi prezzi, si rilevano poi incapaci di superare le 2/3 ore di autonomia, distruggendo la comodità d’uso quotidiana! Cercate capacità sopra i 4000/5000 mAh se volete raggiungere almeno le 4/5 ore. Ultimi fattori da prendere in considerazione ancora sono la versione disponibile di Android ed eventuali aggiornamenti ufficiali, presenza del modulo 3G, bluetooth, fotocamera e ingressi vari.

Infine un mio particolare suggerimento: se potete provate sempre prima di persona il tablet e cercate sempre online recensioni, magari videorecensioni per farvi una idea ancora più accurata.

Se seguirete questi piccoli consigli difficilmente farete un acquisto errato, armatevi di pazienza e iniziate la ricerca del tablet che fa per voi.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest