Come scegliere uno smartphone Dual Sim – [GUIDA]



Sempre più persone ricercano telefoni Dual Sim soprattutto per evitare di portare due telefoni con sé.

Perchè due telefoni nel taschino della giacca o nella pochette sono veramente ingombranti, ma anche perché, in fin dei conti, avere due numeri non permette di parlare contemporaneamente con due persone!

Spesso i due telefoni sono un peso inutile, mentre due numeri, vuoi per la necessità di avere due operatori telefonici, vuoi per distinguere i numeri privati dal quelli lavorativi, possono essere davvero comodi.

Tuttavia quella dei telefoni Dual Sim rimane una nicchia, resa ancora più ristretta dal successo degli smartphone che, al momento, non presentano molte possibilità di scelta per gli amanti delle Dual Sim.

Come funziona uno smartphone Dual Sim?

telefono_dual_sim_umts_android_4.0_ics_cpu_12ghz_gps_wifi_3g_fotocamera_8mp_7

Quanti già hanno avuto esperienze con telefoni Dual Sim sanno che la domanda più semplice che ci si pone al primo utilizzo di questi telefoni è “ma se ricevo una chiamata sulla prima Sim e mentre sono al telefono qualcuno mi chiama sull’altra Sim, cosa succede?”

I più fantasiosi possono pensare che il telefono squilli anche mentre si parla con l’altro numero, ma in realtà non è così.

Ci sono tuttavia due possibilità.

Una, la meno tecnologica, è che mentre si parla sul numero della prima Sim, l’altro numero, se chiamato, risulti non raggiungibile. La seconda, molto più vicina al reale significato di Dual Sim, è che entrambe i numeri sono sempre raggiungibili, quindi, se si sta effettuando una conversazione tramite una Sim e si riceve una chiamata sull’altra, si riceve contestualmente un avviso di chiamata che permette di scegliere se passare alla telefonata dell’altra Sim.

Come si fa a sapere che tipo di telefono stiamo acquistando?

Basta vedere nelle specifiche se il telefono è del tipo DSDS o del tipo DSFA.

Un telefono DSDS (ossia Dual Sim Dual Stanby) è quello che abbiamo definito “meno tecnologico” anche se è più economico ed è il tipo più diffuso. Un cellulare con tecnologia DSDS prevede l’installazione di un unico modulo ricetrasmittente, un unico microprocessore ed un’unica antenna. Questa scelta tecnica fa sì che nel momento in cui una Sim riceve una telefonata, l’altra viene automaticamente esclusa da trasmittente, processore ed antenna risultando così “non raggiungibile” o spenta.

Se invece avete bisogno di essere sempre raggiungibili su ogni scheda, allora bisognerà che acquistiate un telefono di tipo DSFA (ossia Dual Sim Full Active), con le due schede sempre raggiungibili. La tecnologia dei DSFA è più complessa e le due schede sono sempre indipendenti tra di loro in quanto questo tipo di cellulari presenta due moduli ricetrasmittenti non collegati tra di loro, due microprocessori e due antenne annessi ognuno ad una Sim. Questa separazione di moduli è la chiave della completa separazione e indipendenza delle due linee telefoniche.

Ora, strano a dirsi, ma nonostante la teconologia DSFA sembri molto più attraente, in realtà la maggior parte degli spartphone Dual Sim prevede la DSDS, e al momento in Italia esiste solo un brand che ha presentato uno smartphone Dual Sim con sistema Android e tecnologia DSFA: tutti gli altri pur utilizzando Android, utilizzano la DSDS.

samsung-dual-sim-touchscreen

Come si può vedere dall’immagine, l’interfaccia di uno smartphone Dual Sim si riconosce facilmente dalle icone (posizionate in modo diverso a seconda della marca e del modello) che rappresentano le due schede. Ad ogni prima attivazione e in qualunque momento durante l’utilizzo dello smartphone, è possibile definire quale sia la scheda principale (Sim 1) e quale quella secondaria (Sim 2), e, soprattutto, se si utilizza una scheda per i numeri privati e l’altra per il lavoro, è consigliabile impostare suonerie differenti per ciascuna scheda.
E arriviamo infine alla domanda che probabilmente ogni utente si pone prima di acquistare un nuovo telefono o un qualsiasi oggetto:

Qual è quello migliore? Quale quello più conveniente?

In realtà, come dicevamo all’inizio, quello degli smartphone Dual Sim è un mercato di nicchia, probabilmente per scelta dei gestori telefonici che non hanno interesse che un utente abbia in contemporanea due numeri concorrenti.

Ed è per questo che mentre gli smartphone Dual Sim spopolano sul mercato asiatico (anche se quasi sempre presentano sistemi operativi proprietari e non il sistema Android) nel mondo occidentale risulta spesso difficile trovarne. Soprattutto, per chi è abituato agli smartphone “occidentali” risulta difficile trovare uno smartphone Dual Sim paragonabile, per caratteristiche tecniche, a quelli con scheda unica.

Tra l’altro, proprio per la poca disponibilità di modelli, anche i prezzi sono alquanto ballerini, andando da meno di 100 a più di 300 euro!

LG-Optimus-Net-Lin-P968-dual-SIM-Android-Gingerbread-official

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest