Come usare il motore di ricerca Google con gli operatori booleani



Usiamo i motori di ricerca ogni giorno,sono parte integrante della nostra vita insieme ai social-network.

Spesso però capita di stare ore a cercare,scrivere e non riuscire a trovare l’informazione che cerchiamo.

E’ logico che in una rete immensa dove il più grande motore di ricerca,Google,ha indicizzate più di 1.000.000.000.000 ,cioè Mille miliardi di pagine web, è come cercare il classico ago in un pagliaio,tenendo sempre conto che il pagliaio però cresce ,ogni giorno, sempre nell’ordine dei miliardi!

Quindi come fare per cercare quello che vogliamo? Beh,utilizziamo uno strumento che,oggi,anche molti hacker sfruttano…. Google!

Eh si,molti Hacker oggi sfruttano i potenti mezzi,sotto forma di spider, di Google,per carpire informazioni da siti web specifici e trovare ed infine valutare lacune da poter sfruttare. E noi? Beh,a noi basta farla più semplice,visto che non ci interessa la parte di “cercare falle nel sistema”.

Basta semplicemente utilizzare gli operatori booleani.

20091206200px-george_booleGeorge Boole(Lincoln, 2 novembre 1815 – Ballintemple, 8 dicembre 1864), è stato un matematico e logico britannico, ed è considerato il fondatore della logica matematica. La sua opera influenzò anche settori della filosofia. (cit. Wikipedia)

Di certo non si aspettava che utilizzassimo i suoi lavori per cercare foto di centortrentenni accompagnati da genitori nudi in rete (De gustibus) o informazioni di gossip che non riusciamo dannatamente a trovare,ma è grazie a lui che oggi possiamo utilizzare :

AND (o “+”) , OR,NEAR, AND NOT (o “-“) per citare i più importanti.

AND collega le nostre parole in un unica frase,cioè,se digitiamo su Google due parole con AND in mezzo,Google cercherà non più i siti web dove sono quelle due singole parole,ma dove sono tutte inserite insieme!

OR con questo operatore il motore che utilizziamo effettua diverse ricerche sulle parole digitate con davanti OR, non escludendole solo perchè una di esse non viene trovata,ma prendendone anche più di una.

AND NOT svolge l’operazione inversa ad AND, escludendo le parole che stiamo cercando.

NEAR invece consente di “legare” due parole chiave da una distanza,stabilita automaticamente dal motore di ricerca,è un ulteriore filtro quando si cercano due parole che devono essere sulla stessa frase. Grazie a NEAR saremo sicuri che sono lì vicino e non una all’inizio ed un altra alla fine,trovandoci spesso i termini giusti (ovviamente) ,ma in un contesto completamente differente da quello che volevamo.
Un altro utile metodo in Google,qualora si volesse cercare un file, è utilizzare il  “parent directory” ,questo strumento ci consente di “vedere” i vari file che cerchiamo come fossero disposti in cartelle.

Quindi se volessimo per esempio riunire alcuni dei nostri operatori sopra per fare una prova,scriveremmo in Google :

“parent directory” nasa AND jpg OR bmp  -html -htm -download -links -txt

Clicchiamo invio e ci verrà una lunga lista di “index of” , clicchiamo sul primo (dovrebbe essere “Search results for ‘STS-109 ) e selezioniamo la prima immagine che dovrebbbe essere questa.

Abbiamo appena scoperto un ufo!!!

Scherzo;non ho idea di cosa sia,ma abbiamo utilizzato gli operatori ed in più possiamo vedere,tramite le estensioni (se non le conoscete cercate gli acronimi) quello che vogliamo cioè  “jpg OR bmp” (cerchiamo immagini con formato jpg o bmp,che non usa più nessuno), ed escludiamo col “-” i formati che non ci interessano!!

Comodo vero? Però ricordatevi di non usarlo con materiali coperto da copyright!

Ricordatevi anche di come scriverli ed,ovviamente,cercate le parole chiave,altrimenti,come diceva George Boole “E’ inutile, tornate a scrivere commenti su Facebook”!

(n.d.r. George Boole non l’ha mai detto)

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • Articolo molto interessante… Le ricerche ormai diventano sempre più difficili soprattutto a causa del crescere costante del web per cui cercare una determinata cosa sembra a volte impossibile. Su internet si trova davvero tutto bisogna solo saper cercare…

  • Funzione che non conoscevo, può essere veramente utile!

  • Vero,grazie per i commenti!

  • Pingback: diggita.it()

Pinterest