Configurazioni per scaricare più velocemente da Emule



Senza ombra di dubbio eMule è il principe dei programmi P2P, noto ormai a tutti e utilizzato ormai da tantissimi anni. Sempre più spesso però si cercano modi per incrementare la velocità in fase di download, e anche se è obbligatorio precisare che miracoli non è possibile compierne, modificando alcuni settaggi è possibile riscontrare dei miglioramenti.

Principalmente occorre configurare eMule basandosi sul tipo di connessione attiva, scegliendo di conseguenza con attenzione sia le impostazioni che i server. Un consiglio pratico è quello di tenere d’occhio le frecce che è facile notare nella parte in basso a destra della schermata principale. Si tratta di due frecce che mutano colore quando ci si connette alla rete KAD e ovviamente ai server.

Entrambe devono necessariamente essere verdi. In caso contrario il programma ha riscontrato qualche errore. Se le luci sono rosse ci si deve recare nel pannello di configurazione del proprio router, aggiungendo eMule tra le eccezioni del firewall, alcuni  router hanno già dei settaggi preconfigurati da attivare per i programmi p2p.

La scelta dei server, come detto, dev’essere oculata, dal momento che non tutti i server emule sono sicuri. Sceglierne uno o più affidabili vuol dire ottenere in cambio una maggiore velocità in termini di download, ma soprattutto evitare di incappare in sistemi atti a monitorare le attività degli utenti online.

E’ facile reperire delle liste di server emule noti e affidabili al 100% su internet, ma se non volete girovagare per la rete ecco un link che potrebbe tornarvi utile.

migliori_server_emule

Fin qui ci siamo occupati della configurazione di base del programma. Ora possiamo passare alla vera e propria ottimizzazione di eMule. E’ consigliabile bilanciare upload e download, basandosi sulle statistiche del programma (ovvero inserire un numero di propri file in upload pari a quello in download), regolare le fonti da contattare in fase di scarico e condividere soltanto file con molte fonti. eMule ha una particolarità, quella di entrare a regime dopo un bel po’ di ore. E’ preferibile infatti lasciarlo in funzione il più possibile, dato che dopo circa 8 ore si sarà raggiunto il picco massimo in fatto di velocità. Il sistema di eMule è alquanto meritocratico, e dunque è impensabile riuscire a scaricare velocemente se non si decide di condividere i propri materiali con gli altri. Occorre quindi uploadare il più possibile, ottenendo in cambio svariati crediti. Per tenere d’occhio il bilancio upload/download basta recarsi su Statistiche, comparirà a questo punto una barra: se vi è indicato un rapporto 1:1 allora non avete di che preoccuparvi, dal momento che il materiale scaricato e quello caricato è per lo più alla pari in termini numerici. Se il rapporto presenta la seconda cifra maggiore della prima c’è un chiaro problema, e dunque la velocità calerà. Potrebbe però accadere che i file caricati siano più di quelli scaricati, il che è positivo, dal momento che vuol dire avere tanti crediti da sfruttare.
Per aumentare la vostra velocità però è del tutto inutile caricare ogni file inutile presente sul vostro pc, semplicemente per far scena e numero. Occorre infatti uploadare ciò che è già presente su eMule, aggiungendo voi stessi alla lista di fonti di un file. Se invece il materiale che offrite agli altri presenta come fonte unicamente voi stessi tutto sarà inutile, anzi controproducente.

Quando tentate di scaricare un file eMule indicherà le fonti con Troppe connessioni, dal momento che non è riuscito a contattarle tutte (ci vorranno circa 30 minuti). Andando su Fonti Trovate, attraverso questo percorso “Trasferimenti-Download-Sessione”, è necessario che il valore di Troppe connessioni sia pari a 0. Per ottenere un ottimo risultato invece le Fonti in coda devono essere comprese tra le 2500 e le 3500.

velocizzare_emule

Invece di collegarsi a qualche server consigliato è possibile anche accedere alla rete Kad. per farlo basta cliccare sul tasto Kad nella barra in alto e connettersi. In questo caso però si deve impostare il programma in modo che effettui ricerche sulla rete Kad e non più sui server. Clicchiamo allora sul tasto Cerca, selezionando Kad Rete. A questo punto si potrà dar inizio a una ricerca tramite la barra Nome. Se la ricerca vi sembra un po’ lunga sappiate che la cosa è normale per una rete Kad, dovuta ad un discorso di indicizzazione meno articolata rispetto ai file disponibili tramite la ricerca server.

Infine se non siete affatto pratici e avete timore di far danni gestendo da soli le impostazioni di eMule, potreste affidarvi a eMule Ultra Accelerator (link quì). Questo programmino si occuperò dei settaggi al posto vostro, facendo partire i vostri download con il turbo. Anche in questo caso però è necessario gestire il bilancio download/upload, per il quale nessun programma può far nulla. Per scaricare occorre condividere, ecco la filosofia di eMule e del P2P in generale.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest