Consigli Seo per principianti: una panoramica per cominciare



Le cose da considerare quando si decide di fare del Seo al proprio sito sono tante. Si fa Seo sin da prima di costruire il proprio sito web.
In primo luogo bisogna fare una analisi delle keywords, fondamentali per tutta la durata del lavoro. Da queste sarà detertminato il nome di dominio, il testo, i contenuti, lorganizzazione del sito intero.

Bisogna scegliere il dominio a questo punto. La scelta del dominio giusto è estremamente importante per il futuro ranking del sito in google.
Il dominio deve essere facile da ricordare, attinente il contenuto del sito e non troppo lungo.
Ovviamente se si ha un’impresa allora sarebbe il caso di acquistare il dominio con il brand (il nome) dell’azienda ma altrimenti nel caso in cui si volesse scrivere un blog o un sito generalista sarebbe bene avere le principali parole chiave nel dominio.
Se per esempio il sito tratta di viaggi low cost un dominio buono potrebbe essere viaggilocost.it o viaggi-low-cost.it ecc. Le keywords sono già nel dominio, quest sicuramente aiuterà a posizionarsi per tali parole chiave.

Una volta scelto il dominio bisogna pensare a come costruire il sito.
Diffiderei dai siti in flash, che sebbene divertenti e pieni di animazioni purtroppo non dicono nulla a Google che pertanto non sarà in grado di leggere il contenuto del sito.
Stessa cosa per i siti in frames,
Un sito fatto in html, php, asp sé l’ideale. Google in questo modo può navigare tranquillamente ra le pagine del sito blog e indicizzarle correttamente per le specifiche parole chiave.

A questo punto si può cominciare a costruire il sito.
É importante ricordare che ogni pagina deve essere unica e con contenuto originale. Ma non solo il contenuto deve essere originale.
Bisogna cambiare i tags: title, description e keyword per ogni pagina.
I tags devono essere sempre diversi gli uni dagli altri e non bisogna fare il copia ed incolla.
H1 dei titoli ha ancora il suo valore quindi usatelo.

Quando si scrive del contenuto nuovo per il sito si deve cercare di scrivere un testo organico e in italiano corretto cercando di mettere le parole chiave per cui ci interessa posizionarci senza però strafare.

Link Building.
Avete il vostro online ed è bellissimo ma non sta neanche nella top 100 di google.it.
Bisogna cominciare a svolgere quella che viene chiamato seo off site. Si comincia con il link building, una pratica lunga ma estramemente interessante.
Fare linkbuilding significa trovare dei siti che più o meno volontariamente linkino al vostro sito.
Seguendo le indicazioni di google il link dovrebbe essere naturale e non forzato ma tutti sappiamo quanto questo sia difficile.
La difficoltà però non implica l’impossibilità.

Avere dei backlink, anche piuttosto buoni, non significa che bisogna pagare per forza. Anche se ci sono dei settori in cui la competizione è talmente alta che bisogna pagare per alcuni.

In primo luogo io sottoporrei il sito ad alcune directories gratuiti, quelle che non chiedono per scambio di links.

Si possono alternativamente pubblicare comuicati stampa. Molti servizi sono offerti gratuitamente e si possono inserire seo links.
La questone è che pare che qualchemese fa Google abbia svalutato la rilevanza di questi links in quanto trattandosi di comunicati stampa distrubuiti online il contenuto risulta come duplicato.

Un altro metodo utilizzato è quello di postare commenti e participare attivamentea blogs e forum in cui si può mettere la firma con link. Io personalmente non lo utilizzo spesso in quanto credo ancora nella rilevanza ed importanza del contenuto e mi sembra essere il procedimento più logico e che più si avvicina alle linee guida di google.
Ma vale la pena provarle tutte purchè si rimanga nei limiti del white hat.

Ovviamente i links si possono anchre comprare. Alcuni siti chiedono un pagamento una tantum per la pubblicazione di un articolo con link seo in altri casi i siti possono chiedere molti soldi per un mero link in side bar. Valutate attentamente se questa spesa ne vale la pena o meno.

Ricordo infine che il sito che ci linka dovrebbe essere attinente al nostro sito, la pertinenza è importante così come sono importanti l’età, la page authority e il domain authority.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest