Controller Raid : Promise FastTrank S150 Sx4



20090527fts150sx4-web

Il dispositivo proposto è una controller raid su bus Pci di dischi rigidi, adatto a sistemi più professionali e sistemi domestici. Il prezzo è particolarmente invitante, ma il controller non può funzionare se non viene installato un modulo di memoria con capacità compresa tra 64 e 156 Mb. Il costo del modulo deve quindi essere sommato a quello del controller. I livelli supportati sono: 0,1,0 +1, e 5, cui va aggiunta la modalità jbod.

 L’installazione del driver software, come anche del programma di gestione, non presenta particolari difficoltà, in ambiente Windows XP, e il sottosistema è interamente gestibile dal desktop, anche da remoto. Una volta inviato il computer, appare una schermata del dispositivo che verifica quanti dischi risultano collegati, con la possibilità di gestire attraverso il bios del controller stesso. L’utility software, oltre a fornire le funzionalità di creazione/cancellazione dagli array, mette anche a disposizione le procedure di ripristino di  controllo già creati.

La gestione del sistema è molto semplice e intuitiva. Per le prove è stato utilizzato un modulo di memoria da 128 Mb e 4 dischi con capacità di 160 GB, 7200 giri al minuto e 8 Mb di cache. La creazione degli array è in modalità raid 0 e 1, utilizzando il conto dei rischi, ha chiesto 4,5 h di attesa perché il sistema fosse operativo. In ambiente di produzione, questa attesa può essere annullata, dato che il sistema è completamente utilizzabile da subito. Le prestazioni ottenute con file  di elevate dimensioni, sono molto buone, con velocità di trasferimento che spaziano da 60,24 Mb al secondo in lettura e 73,14 Mb al secondo in scrittura. A titolo di paragone,un singolo disco, di quelli usati per le prove, fornisce una velocità di trasferimento di 40,96 Mb al secondo per l’operazione di lettura, mentre in scrittura si arriva a 48,76 Mb al secondo. Il trasferimento di file e di piccole dimensioni porta inevitabilmente ad un certo degrado delle prestazioni: si passa quindi una velocità di 31,03 in lettura e i 42,67 in scrittura. Grazie alle funzionalità Hot Swarp,intrinseche nello standar Serial Ata, la sostituzione di un disco a caldo non comporta difficoltà, seppure la ricostruzione, come già la preparazione, sia decisamente lenta.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest