Cos’è e come funziona Siri



Siri, un’applicazione costruita sul riconoscimento vocale, è disponibile in italiano sia per iPhone 4S e 5, che per iPad e iPod touch. Il termine norvegese “siri” indica “bella donna che ti porta al successo”, è stato promosso all’evento let’s talk iPhone, come “assistente personale intelligente”.

Ti presento, quindi, la tua nuova segretaria… SIRI! In questa breve e semplice guida, vedremo le caratteristiche principali ed il suo funzionamento.

Questo è uno strumento tecnologico futuristico adattato da Apple, con lo scopo di permettere il comando del dispositivo, usando la voce. Può essere utilizzato per inviare messaggi, per trovare informazioni, cercare ad esempio una pizzeria, conoscere il meteo, realizzare un itinerario, fissare un promemoria, aggiungere note, dettare un’e-mail e spedirla mentre si sta guidando, utilizzabile anche dai non vedenti, che, grazie all’adeguato lettore di schermo, possono sentir leggere il testo a voce alta.

Tale software, capisce in modo eccellente tutto quello che gli si chiede, poiché impara a riconoscere le peculiarità della voce dell’utente, come ad esempio il dialetto e l’accento, inoltre è in grado di memorizzare i comandi e collegare argomenti, per meglio rispondere alle richieste future. Oltre a ciò, è bene sapere che il sistema sfrutta dati inerenti alla rubrica, promemoria, calendari e libreria musicale, pertanto, si può chiedere di telefonare ad un contatto, memorizzare un appuntamento, avviare una ricerca su internet, iniziare una canzone e molto altro ancora. Riconosce, in più, le persone importanti, infatti, la prima volta che chiederemo alla nostra assistente “Chiama la mamma”, domanderà, di conseguenza “chi è?”. L’informazione, quindi, sarà memorizzata in contatti. Identifica, inoltre, anche la posizione, ad esempio: “casa” o “ufficio”, l’unica pecca è che avremmo sempre bisogno di una buona connessione dati.

Per iniziare a dialogare con l’assistente vocale:

– Accedere alle “impostazioni”;
– Scegliere “generali”;
– Cliccare su “siri”;
– Selezionare la lingua;
– Per circa un secondo, tenere premuto il “tasto centrale”;
– Proporre la prima domanda.

Toccando “l’icona informazioni”, potrà essere visualizzato un lungo elenco di comandi ammissibili. Si può anche migliorare, l’interpretazione delle parole, sfiorando il record dell’interrogazione e correggendola con la tastiera.

Siri, alcune funzioni

1) Le mappe: si presenteranno con indicazioni vocali e notificazioni sul percorso.

– Accedere all’applicazione “mappe” (freccia a sinistra rivolta in alto);
– Immettere il “luogo di partenza” e quello “d’arrivo”;
– La navigazione si avvia automaticamente.

2) L’e-mail. Il comando da esporre potrebbe essere:
“Manda un e-mail a Pinco Pallino” e l’assistente ribatterà “qual è l’oggetto dell’e-mail?”(dettare a voce il contenuto); dopo ci chiederà “quale testo vogliamo inserire?”infine ci domanderà “vuoi inviarlo adesso?” a questo punto, possiamo decidere con la nostra voce se annullare l’invio o confermare.

3) I promemoria. Ogni volta che memorizziamo una nota, ad esempio:
“Ricordami di comprare il pane”, l’assistente chiederà: “Quando devo ricordarti il promemoria?”

4) Le previsioni meteo. Nel momento in cui vogliamo conoscere i pronostici del tempo, basta domandare:
“Domani a Catania che tempo farà?” oppure “avrò bisogno dell’ombrello domani?”, siri a sua volta, risponderà con le previsioni meteo locale.

5) Chiedendo, per di più, “cosa puoi fare per me?” appare una lista di modelli simili a:
“Chiama Gabriella”, “Registra video”, “avvia fotocamera”, “Posta su facebook”, “Scrivi a Letizia che sto arrivando”, “Twitta che sono allegro”, “consigliami un ristorante”, “Ricordami di chiamare papà”, “Riproduci [titolo canzone]”, ecc.

 

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest