Cos’è SQL?



SQL e l’acronimo di Structured Query Language, linguaggio di interrogazione strutturato.

Un’interrogazione (o query) 6 semplicemente una richiesta.

SQL quindi altro non è che un linguaggio per la formulazione di richieste. Si noti, con SQL vengono formulate delle richieste e non semplicemente delle domande! Avendo a che fare con un archivio di studenti universitari si pub chiedere, ad esempio, quanti studenti frequentano un certo corso di laurea, ma si può anche chiedere di inserire i dati di un nuovo studente, oppure di aggiornare it numero dei partecipanti ad un corso.

Mediante una query e dunque possibile effettuare operazioni molto diverse tra loro, come l’estrazione, l’inserimento o I’aggiornamento di dati. Per questo si dice che SQL contiene al suo intern() funzionalita di:

Data Definition Language (DDL): prevede istruzioni che permettono la definizione della struttura dei dati;

Data Manipulation Language (DML): si possono scri-vere query che vanno a modificare it contenuto di una raccolta di dati;

Interrogazione: si possono estrarre dei dati immagazzinati per elaborarli o consultarli.

I software che consentono di interagire con una base di dati, tramite SQL, si chiamano Database Management Systems (abbreviato con DBMS).

Access, Oracle e MySQL, per citarne alcuni tra i più noti, non sono dei database, ma dei DBMS. Questi software sono specializzati nella gestione di collezioni di dati raccolte ed organizzate in file. Le caratteristiche di un DBMS sono di ampio spettro: oltre ad implementare le funzionalita di SQL si occupano di altre problematiche quail da remoto dei dati oppure la gestione dei permessi di accesso. I DBMS sono software molto complessi e non è necessario conoscerne la struttura interna per poterli utilizzare. Quello che ci interessa sapere, in questo momento, e che un database è una raccolta di dati e per utiliz­zarla è necessario un DBMS.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest